sabato 03 dicembre | 08:17
pubblicato il 25/mar/2011 14:52

Sanità, rapporto Oasi 2010: in Campania boom ricoveri impropri

Il 20% dei ricoveri nelle strutture campane sarebbero evitabili

Sanità, rapporto Oasi 2010: in Campania boom ricoveri impropri

La Campania è la regione d'Italia in cui c'è il più alto tasso di ricoveri impropri, ovvero quelli che si potrebbero evitare e che costano, ogni anno, al servizio sanitario nazionale diversi milioni di euro. Il 20% di essi avviene proprio in Campania, contro una media nazionale del 15%. E' quanto emerge dal rapporto Oasi 2010 del Centro di ricerca sulla gestione dell'assistenza sanitaria e sociale sviluppato dall'università Bocconi di Milano. Tre i criteri presi in considerazione: l'efficacia clinica delle prestazioni, la compatibilità economica e le potenzialità dello sviluppo organizzativo. Il risultato boccia la Campania che, nel periodo 2009-2011, insieme con Lazio e Sicilia ha generato due terzi del disavanzo accumulato dal sistema sanitario nazionale anche se (ed è questo un piccolo segnale d'incoraggiamento) nello stesso periodo la spesa corrente è cresciuta solo del 3,9%, contro una media nazionale del 4,4%.

Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Sanità
Il 16 dicembre sciopero medici ospedalieri e dirigenti sanitari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari