mercoledì 18 gennaio | 01:27
pubblicato il 02/dic/2013 17:13

Sanita':ospedale 'silente' maxiemergenze al Gemelli. Accordo con Israele

Sanita':ospedale 'silente' maxiemergenze al Gemelli. Accordo con Israele

(ASCA) - Roma, 2 dic - Un sofisticato centro di simulazione medica avanzata e un ospedale ''silente'', pronto all'intervento in caso di grandi emergenze sanitarie. Sono i principali obiettivi, da realizzare al Policlinico A.

Gemelli, cui mira l'accordo di collaborazione per programmi di cooperazione sanitaria siglato oggi a Roma, presso Villa Madama nell'ambito del vertice intergovernativo Italia - Israele, tra l'Universita' Cattolica del Sacro Cuore, rappresentata dal Rettore Franco Anelli, e due primari centri sanitari israeliani, il Chaim Sheba Medical Center di Tel Aviv e il Rambam Health Care Campus di Haifa.

Formalmente si tratta di ''lettere di intenti'' che, firmate oggi, preludono a un articolato e dettagliato accordo di cooperazione finalizzato a promuovere, nel triennio 2013-2016, la realizzazione presso il Policlinico A. Gemelli di un ospedale ''silente'', in collaborazione con il Rambam Health Care Campus di Haifa, dotato di cento posti letto potenziali da attivare in caso di maxi-emergenze sanitarie e tutto il know how per gestire queste emergenze che sara' realizzato grazie ad attivita' formative e simulazioni ad hoc; la seconda iniziativa prevista da un'altra ''lettera di intenti'', sottoscritta con il MSR (Israel Center for Medical Simulation - Centro Israeliano per la Simulazione Medica) del Chaim Sheba Medical Center di Tel Aviv, riguarda la cooperazione nel campo della simulazione medica, con previsione di attivita' formative e di ricerca dedicate alla gestione degli interventi di prima necessita' e alla simulazione avanzata. ''Esprimo viva soddisfazione - afferma il Rettore dell'Universita' Cattolica Franco Anelli - per l'avvio di un percorso di collaborazione con due importanti centri medici israeliani, che esprimono riconosciuti livelli di innovazione nell'organizzazione e nella gestione della pratica clinica nonche' nelle tecnologie biomediche. Queste competenze distintive, riconosciute a livello mondiale, risultano particolarmente spiccate nel settore delle emergenze e nelle metodiche di apprendimento in medicina. Questo accordo di collaborazione rappresenta un passo importante almeno per un duplice aspetto: in prospettiva saremo in grado di garantire al Paese ulteriori e qualificate risorse mediche in caso di gravi necessita' per i cittadini e di offrire, sia per la formazione che per l'aggiornamento professionale delle nuove generazioni di medici, un luogo unico nel suo genere dove poter accrescere le proprie competenze e abilita' cliniche e chirurgiche per il benessere dei pazienti''. Piu' in dettaglio, l'accordo di collaborazione con il Rambam Health Care Campus di Haifa, uno dei centri piu' titolati al mondo per trasferire dal settore militare al quello civile le metodiche di insegnamento per questo tipo di interventi, prevede la realizzazione di progetti educativi nell'ambito di maxi-emergenze, quali calamita' naturali, disastri o grandi incidenti in ambito civile che determinano numerose vittime politraumatizzate, nonche' per la gestione di scenari cosiddetti ''CBRNE'', ovvero in cui vi sia una emergenza provocata da sostanze chimiche, biologiche, radioattive, nucleari ed esplosive. Si prevede anche l'organizzazione di un Master di Secondo Livello nella Gestione di Traumi e Maxi-emergenze con docenti esperti di entrambi i Paesi. E progetti comuni nel campo della formazione medica (nei settori della chirurgia e dell'assistenza in caso di calamita') per personale non medico come vigili del fuoco e forze dell'ordine e; un programma di scambio per migliorare i protocolli clinici nella gestione dei traumi.

Il memorandum di cooperazione sanitaria con il Chaim Sheba Medical Center di Tel Aviv prevede, invece: la collaborazione per progettare e implementare un Centro di Simulazione Avanzata (Advanced Simulation Facility) presso il Policlinico A. Gemelli con il know-how di MSR (Israel Center for Medical Simulation - Centro Israeliano per la Simulazione Medica); lo scambio e programmi di cooperazione tra Policlinico A.

Gemelli di Roma e MSR di Tel Aviv per sviluppare progetti formativi E-Learning; lo sviluppo congiunto di un Master di Secondo Livello in simulazione avanzata; l'obiettivo di sviluppare iniziative congiunte per la formazione medica in emergenza e pronto soccorso; una joint-venture per una stazione sperimentale in cui progettare e realizzare tecnologie speciali come manichini e parti anatomiche da usare nei corsi di simulazione.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa