martedì 24 gennaio | 14:40
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Sanità/ Condannati Tarantini ed ex vice presidente Puglia

Sentenza del gup di Bari Alessandra Piliego

Roma, 24 dic. (askanews) - Condannati Gianpaolo Tarantini e Sandro Frisullo. I giudici del tribunale di Bari hanno emesso la sentenza pochi minuti fa. All'ex imprenditore della sanità sono stati inflitti 4 anni e 3 mesi di carcere; due anni e 8 mesi all'ex vicepresidente della Regione Puglia. Il reato commesso è: associazione per delinquere finalizzata alla turbativa d'asta e all'abuso d'ufficio. Frisullo è stato invece assolto dai reati di corruzione e di millantato credito. Rinviati a giudizio Claudio Tarantini e Vincenzo Valente. Dopo aver ascoltato le spontanee dichiarazioni di Frisullo, il gup di Bari Alessandra Piliego, dinanzi al quale si celebrava il processo con rito abbreviato, si era ritirato in camera di consiglio. "Nella mia non breve attività politica ed istituzionale - aveva detto l'ex braccio destro di Nichi Vendola - non ho mai preso denaro per favorire qualcuno". Ha quindi affermato che il suo onore è stato "infangato e calpestato, gettato nel tritacarne con un'accusa che non lasciava scampo: aver intascato tangenti". Per Frisullo la Procura di Bari aveva chiesto la condanna a 6 anni di reclusione. Chiesti 4 anni di reclusione per Tarantini. Secondo le indagini, basate soprattutto sulle intercettazioni e sulle dichiarazioni rese durante alcuni interrogatori da Gianpaolo Tarantini, Frisullo avrebbe ricevuto dall'imprenditore barese escort e denaro in cambio di vantaggi per le sue società nell'aggiudicazione di appalti presso la Asl di Lecce. I fatti contestati si riferiscono agli anni 2007-2009. Tarantini - per l'accusa - aveva versato a Frisullo 12mila euro al mese per undici mesi (da gennaio a novembre 2008), 50mila euro in una circostanza, ha acquistato per il politico costosi capi d'abbigliamento, buoni benzina, gli ha fatto regali di vario genere e pagato le prestazioni sessuali delle prostitute Maria Teresa De Nicolò, Vanessa Di Meglio, Sonia Carpentone, oltre a fornirgli un'autovettura e un autista e il servizio di pulizia settimanale di un appartamento che Frisullo utilizzava. Sulla base di queste contestazioni la Procura di Bari ha chiesto e ottenuto gli arresti per l'ex vicepresidente della giunta. Il 18 marzo 2010 Frisullo è stato condotto in carcere dove rimase per tre settimane. L'8 aprile 2010, su disposizione del tribunale del Riesame, ottenne gli arresti domiciliari fino al 17 luglio 2010, data dalla quale era ritornato in libertà.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Giustizia
Giustizia, da incontro Anm-Ministro Orlando nessun effetto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4