domenica 11 dicembre | 03:24
pubblicato il 12/ago/2013 20:14

Sanita': Via libera a Casa della Salute a Senise. Assistenza H24

Sanita': Via libera a Casa della Salute a Senise. Assistenza H24

(ASCA) - Roma, 12 ago - La Giunta regionale della Basilicata ha approvato la realizzazione di una ''Casa della Salute'' a Senise: un centro per la salute e il benessere che garantisce la continuita' assistenziale e terapeutica nell'arco delle 24 ore e sette giorni su sette. Il governo, su proposta dell'assessore alla Salute Attilio Martorano, finanziera' il progetto con una somma pari a 2.400.000 euro, che va ad integrare i 2.600.936 del cofinanziamento ministeriale, e sara' erogato a favore dell'Asp per l'acquisto dell'immobile di proprieta' comunale e i successivi lavori. La Casa della Salute rappresenta il punto di riferimento per tutte quelle prestazioni sanitarie che non richiedono il ricovero o particolari cure specialistiche. La struttura immobiliare e' gia' stata individuata (si tratta di un edificio a destinazione scolastica attualmente allo stato grezzo) il cui studio di fattibilita' ha gia' ricevuto l'ok da parte dell'Azienda sanitaria di Potenza che gestira' la struttura. La Casa della Salute di Senise sara' suddivisa in un'area accoglienza con uno sportello di prenotazioni Cup; un'area di medicina associativa con quattro studi medici; un'area per la guardia medica; un'area per gli ambulatori specialistici; un'area per gli uffici amministrativi: un'area dedicata al Dipartimento di prevenzione collettiva della salute umana, della sanita' e del benessere animale e una palestra interattiva. ''La Casa della Salute - ha spiegato l'assessore Martorano - rappresenta un modello di riorganizzazione della medicina territoriale verso cui tende il Sistema sanitario, per affrontare scenari sempre piu' caratterizzati da un divario di risorse disponibili e da una domanda di salute destinata a crescere a causa dell'allungamento dell'aspettativa di vita. Stiamo quindi sostenendo una nuova svolta culturale e politica del Sistema sanitario che sposta il baricentro sulla territorialita'. L'obiettivo - ha aggiunto l'assessore - e' di unire in un unico centro le prestazioni dei medici di famiglia, dei pediatri e della guardia medica all'insieme dei servizi socio sanitari per le tossicodipendenze, l'assistenza domiciliare, la prevenzione, i consultori. Vogliamo accogliere la domanda di salute e di benessere dei cittadini in un ambiente familiare, accogliente e polifunzionale, ideato per offrire ai cittadini una vera alternativa al ricorso all'ospedale. Allo stesso tempo - ha detto l'esponente della Giunta regionale - intendiamo assicurare al Servizio sanitario regionale una rete integrata di servizi che non prevede un distacco netto tra la funzione di committenza e quella di produzione diretta di servizi e di attivita', sia territoriali che ospedaliere''. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina