lunedì 05 dicembre | 01:37
pubblicato il 02/gen/2013 14:47

Sanita': varate linee guida per rilancio strutture Gruppo IDI Roma

Sanita': varate linee guida per rilancio strutture Gruppo IDI Roma

(ASCA) - Roma, 2 gen - Rafforzare le strutture ospedaliere del Gruppo IDI nelle proprie specificita': per l'ospedale San Carlo di Nancy ponendo particolare attenzione alle reti di emergenza e per quanto attiene all'IDI rilanciandolo e potenziandolo quale Centro di riferimento nazionale per la Dermatologia del Piano Industriale del comparto ospedaliero affidato dalla Congregazione dei Figli dell'Immacolata Concezione all'Universita' Luiss Guido Carli di Roma, presentate presso la sede dell'Istituto Dermopatico dell'Immacolata - IRCCS.

L'incontro, che si e' svolto alla presenza dei rappresentanti dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali, ha messo in evidenza ''la ferma e chiara volonta' della Congregazione di procedere nei tempi e nei modi dettati dalla procedura concordataria, al risanamento del Gruppo Ospedaliero IDI, che e' parte di un proprio patrimonio non solo economico, ma soprattutto di storia e di missione apostolica''.

Il risanamento, come illustrato agli intervenuti, ''dovra' essere armonizzato con il particolare contesto economico sanitario della Regione Lazio e dovra' essere necessariamente condiviso con le istituzioni preposte. Del resto, quanto rappresentato gia' tiene conto di tutto cio' ed e' frutto di intense e continue interlocuzioni con i funzionari regionali''. ''Il necessario rigore per portare all'equilibrio economico gli ospedali - e' stato sottolineato - dovra', contestualmente, risultare sostenibile, tenuto conto della contrazione della spesa sanitaria e dell'annunciato cambiamento del sistema di welfare.

La Congregazione ha gia' avviato l'analisi degli strumenti piu' opportuni per limitare l'impatto sociale legato alla riorganizzazione, consapevole che i propri operatori costituiscano una preziosa risorsa per salvaguardare e garantire il rilancio delle attivita'''.

''Lavorando in netta discontinuita' con il passato'' tengono a sottolineare alla Congregazione, ricordando come da tempo siano state prese le distanze da eventi e persone coinvolti in fatti di cronaca oggetto di indagine, ''costituendosi - tra le altre cose - parte lesa'', ''si e' compiuto un altro passo verso il futuro. Una strada ancora in salita, alla quale stanno contribuendo in modo instancabile tanti collaboratori di tutte le opere (sanitarie e non) della Provincia Italiana, ai quali va il piu' sentito ringraziamento della Congregazione''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari