sabato 21 gennaio | 16:39
pubblicato il 05/nov/2013 17:59

Sanita': intesa Inps-associazioni su Sla e patologie gravi

Sanita': intesa Inps-associazioni su Sla e patologie gravi

(ASCA) - Roma, 5 nov - Intesa fra Inps e associazioni su Sla e patologie gravi. Lo comunica il sottosegretario alla Salute Paolo Fadda, precisando che il Ministero della salute, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, il Ministero dell'economia e finanze, hanno concordato una serie di punti con i rappresentanti dell'Inps, dell'Anci, delle associazioni Aisla e Viva. In particolare, l'INPS si e' impegnata a costituire un tavolo tecnico scientifico congiuntamente con le associazioni per la definizione, entro 30 giorni, di linee-guida valutative per i pazienti affetti da SLA e da gravissime patologie, in modo da omogeneizzare la metodologia e i giudizi medico legali su tutto il territorio nazionale. Inoltre l'INPS si e' impegnato nell'ambito dei piani annuali delle verifiche straordinarie sulla permanenza dei requisiti sanitari alla puntuale applicazione del DM del 2 agosto 2007 e a prevedere per le patologie cui il decreto fa riferimento, di ridurre i tempi di attesa delle convocazioni a visita e dell'erogazione delle prestazioni economiche riconosciute, coerentemente con quanto previsto per le patologie oncologiche, condividendo tale percorso accertativo con gli Assessorati regionali alla Salute. Sugli stessi punti il Sottosegretario di Stato alla salute Paolo Fadda si e' impegnato ad elaborare a breve una direttiva per gli Assessorati regionali alla Salute al fine di uniformare tra le singole Regioni la puntuale applicazione della normativa vigente a livello nazionale. E si impegna ad omogeneizzare il sistema di erogazione dei comunicatori per snellire al massimo il procedimento per l'utilizzo delle risorse.

Ribadito l'impegno del Governo ad aumentare le risorse destinate al Fondo per la non autosufficienza gia' previste nella Legge di stabilita' per il 2014.

Dalle Associazioni e' stato richiesto che venga inserito nei LEA il principio della necessita' dell'obbligo della sorveglianza socio-sanitaria sulle 24h , 7 giorni su 7 in regime domiciliare, per i pazienti in fase avanzata di malattia. La prossima convocazione del tavolo e' stata concordata entro il mese di novembre.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Rigopiano, Vigili fuoco: trovati 10 superstiti, 5 già ricoverati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4