venerdì 24 febbraio | 09:37
pubblicato il 21/feb/2013 18:58

Sanita': Fondazione Ant, nel 2012 assistenza domiciliare a 9.500 malati

(ASCA) - Milano, 21 feb - La Fondazione ANT Italia Onlus nel solo 2012 ha assistito gratuitamente a domicilio in 9 regioni d'Italia 9.562 malati di tumore. Con 93.042 malati assistiti dal 1985 a oggi (dati aggiornati al 31 dicembre 2012) ANT si conferma la principale realta' non profit in Italia nell'ambito delle cure palliative e della terapia del dolore per i sofferenti oncologici. Sono 3.732 i pazienti assistiti ogni giorno dalle 20 e'quipes di specialisti della Fondazione. E' questo il tema dell'approfondimento del mese di febbraio del Centro Raccolta Dati ANT, dedicato al bilancio operativo nazionale 2012 dei servizi di assistenza domiciliare gratuita e prevenzione oncologica della Fondazione.

In Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Campania, Puglia e Basilicata il personale sanitario ANT - 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno - ha erogato sino ad oggi circa 16 milioni di giornate di presa in carico (1.627.150 giornate nel solo 2012). L'assistenza socio-sanitaria garantita da ANT in maniera completamente gratuita per i malati e per le loro famiglie, e' realizzata da professionisti - medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, assistenti sociali, farmacisti e fisioterapisti - che si prendono cura dei malati di tumore nella fase avanzata della malattia nelle loro case, tra le cose e gli affetti di sempre, portando il conforto di un supporto specialistico con uno standard pari a quello ospedaliero.

Confrontando i dati del 2011 con quelli del 2012 emerge che nei 20 Ospedali Domiciliari Oncologici (ODO-ANT) presenti in Italia i pazienti assistiti gratuitamente a domicilio siano passati da 9.297 a 9.562. Rispetto al 2011, quando i malati seguiti ogni giorno erano 3.606, nel 2012 sono passati a 3.732.

La Puglia si conferma nuovamente la regione con il piu' alto numero di assistiti ANT: al 31 dicembre 2012 sono 3.778 i pazienti in cura dalle 6 e'quipes di Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Molfetta/Trani e Taranto (erano 3.702 nel 2011). Segue l'Emilia-Romagna con 3.263 sofferenti nel 2012 (contro i 3.173 del 2011).

com-fcz/sam/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech