mercoledì 18 gennaio | 13:33
pubblicato il 21/feb/2013 18:58

Sanita': Fondazione Ant, nel 2012 assistenza domiciliare a 9.500 malati

(ASCA) - Milano, 21 feb - La Fondazione ANT Italia Onlus nel solo 2012 ha assistito gratuitamente a domicilio in 9 regioni d'Italia 9.562 malati di tumore. Con 93.042 malati assistiti dal 1985 a oggi (dati aggiornati al 31 dicembre 2012) ANT si conferma la principale realta' non profit in Italia nell'ambito delle cure palliative e della terapia del dolore per i sofferenti oncologici. Sono 3.732 i pazienti assistiti ogni giorno dalle 20 e'quipes di specialisti della Fondazione. E' questo il tema dell'approfondimento del mese di febbraio del Centro Raccolta Dati ANT, dedicato al bilancio operativo nazionale 2012 dei servizi di assistenza domiciliare gratuita e prevenzione oncologica della Fondazione.

In Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Campania, Puglia e Basilicata il personale sanitario ANT - 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno - ha erogato sino ad oggi circa 16 milioni di giornate di presa in carico (1.627.150 giornate nel solo 2012). L'assistenza socio-sanitaria garantita da ANT in maniera completamente gratuita per i malati e per le loro famiglie, e' realizzata da professionisti - medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, assistenti sociali, farmacisti e fisioterapisti - che si prendono cura dei malati di tumore nella fase avanzata della malattia nelle loro case, tra le cose e gli affetti di sempre, portando il conforto di un supporto specialistico con uno standard pari a quello ospedaliero.

Confrontando i dati del 2011 con quelli del 2012 emerge che nei 20 Ospedali Domiciliari Oncologici (ODO-ANT) presenti in Italia i pazienti assistiti gratuitamente a domicilio siano passati da 9.297 a 9.562. Rispetto al 2011, quando i malati seguiti ogni giorno erano 3.606, nel 2012 sono passati a 3.732.

La Puglia si conferma nuovamente la regione con il piu' alto numero di assistiti ANT: al 31 dicembre 2012 sono 3.778 i pazienti in cura dalle 6 e'quipes di Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Molfetta/Trani e Taranto (erano 3.702 nel 2011). Segue l'Emilia-Romagna con 3.263 sofferenti nel 2012 (contro i 3.173 del 2011).

com-fcz/sam/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Maltempo
Protezione civile, ancora allerta per nevicate e forti venti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa