giovedì 23 febbraio | 15:31
pubblicato il 20/dic/2013 20:07

Sanita': Fimp, Commissione medico-scientifica SSR Lazio senza pediatri

Sanita': Fimp, Commissione medico-scientifica SSR Lazio senza pediatri

(ASCA) - Roma, 20 dic - ''La Federazione Italiana Medici Pediatri del Lazio (FIMP Lazio) lamenta l'assenza di esperti in Pediatria del Territorio nella Commissione Tecnico-Scientifica del Servizio Sanitario, istituita dalla Giunta Regionale del Lazio per dotare il SSR di un organismo indipendente in grado di assicurare al processo di riorganizzazione sanitaria il supporto scientifico da parte di esperti scelti tra i professionisti della Regione medesima''. E' quanto si legge in una lettera che la FIMP Lazio ha inviato al Presidente della Regione, Nicola Zingaretti, ''per sottolineare una mancanza che rischia di privare la sanita' regionale di un fondamentale contributo di competenze professionali''. ''Riteniamo che una Commissione Tecnico-Scientifica con il compito di assicurare al processo di riorganizzazione di cui all'art. 15 del DL 95/2012 un'attenta analisi scientifica dei bisogni e delle risorse - si legge nella missiva firmata da Antonio Palma, Segretario Regionale di FIMP Lazio - non possa difettare cosi' vistosamente della pediatria in generale e di quella del territorio in particolare, considerato che i provvedimenti di cui all'art.15 devono essere adottati dalle Regioni e dalla PA di Trento e Bolzano 'nel rispetto della riorganizzazione di servizi distrettuali e delle Cure Primarie'''. Secondo FIMP Lazio e' innegabile che qualunque riorganizzazione del Servizio Sanitario, quand'anche riferita principalmente alla riduzione dei posti letto ospedalieri, abbia ricadute importanti sull'assistenza territoriale, distrettuale e delle Cure Primarie. ''Non si comprende come un'analisi scientifica dei bisogni e delle risorse, atta a valutare 'performance di sistema' e ad individuare carenze, inefficienze ed eventuali duplicazioni possa prescindere dal contributo della pediatria territoriale che - prosegue Palma - quotidianamente si occupa dell'assistenza sanitaria alle fasce piu' deboli della popolazione e che ben conosce quelle carenze e quelle inefficienze. Riteniamo imprescindibile la presenza nella suddetta Commissione Tecnico-Scientifica, di cui riconosciamo l'alto profilo professionale del Presidente e dei componenti nominati, di almeno un Pediatra di Famiglia, esperto e referente delle Cure Primarie Pediatriche, al fine di una piu' ampia compartecipazione di tutte le figure professionali''. FIMP Lazio auspica quindi che, ''quella che vogliamo ritenere essere una semplice dimenticanza, possa essere al piu' presto sanata nell'esclusivo interesse del diritto alla salute e dei bisogni della fascia pediatrica della popolazione''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Sagrantino Montefalco, festeggia 25 anni dalla DOGC
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech