venerdì 20 gennaio | 10:57
pubblicato il 26/giu/2013 20:35

Sanita': Federanziani, Tar Campania ristabilisce diritto a salute

Sanita': Federanziani, Tar Campania ristabilisce diritto a salute

(ASCA) - Roma, 26 giu - ''La Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute e FederAnziani, federazione della terza eta', plaudono al tribunale amministrativo regionale della Campania che in nome del popolo italiano ha ristabilito con sentenza il diritto alla salute falcidiato dal decreto 156/2012 della struttura commissariale regionale pubblicato sul burc n.19 dell'8 aprile 2013. Cosi' Federazniani commenta la decisione del tribunale amministrativo che non giudica incostituzionale la possibilita' di scegliere liberamente il luogo dove curarsi.

Gli anziani italiani, in particolare i residenti della Regione Campania, ''plaudono non solo al contenuto della sentenza, ma soprattutto alla tempestivita' con cui il tribunale ha adottato un provvedimento di annullamento, in meno di 60 giorni, ritenuto da FederAnziani record nazionale, ordinando alla Regione che la sentenza sia eseguita dall'autorita' amministrativa. Infatti secondo il tribunale non emergevano sufficienti ragioni ''costituzionali'' che giustificassero la restrizione del diritto alla salute protetto dall'art. 32, incidendo irragionevolmente sulla liberta' di scelta del luogo di cura, senza perseguire gli obiettivi di contenimento della spesa pubblica. Inoltre le limitazioni imposte dal decreto in questione risultavano discriminanti rispetto alle sole Regioni a cui si applicava, ovvero quelle limitrofe alla Campania. Infine, i ritardi registrati nella composizione delle commissioni che avrebbero dovuto rilasciare il ''nulla osta'', rischiavano di costituire un ulteriore aggravio ai danni dei cittadini''.

''Sempre di piu''', dichiara il Presidente di FederAnziani Roberto Messina in rappresentanza della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute, ''ci troviamo di fronte a regole certe (costituzionali) vessate da regole locali che vengono imposte senza alcun fondamento di diritto, e sempre di piu' l'impegno di FederAnziani e' volto a difendere il diritto alla salute cosi' come sancito dalla Carta Costituzionale''.

''Non a caso'', conclude il Presidente Messina, ''lo staff di FederAnziani, attraverso l'informazione che viene dagli oltre 3 milioni di aderenti alla federazione, vigila e vigilera' sempre di piu' su ogni provvedimento delle Regioni, Asl, Asp, a tutela non solo degli aderenti a FederAnziani ma di tutti i cittadini italiani''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, recuperata una vittima
Maltempo
Valanga su hotel, vigili fuoco: distrutto, parti non esistono più
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Campidoglio
Raggi: la Giunta capitolina approva emendamento a Bilancio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale