martedì 21 febbraio | 10:12
pubblicato il 24/set/2013 17:57

Sanita': Consulcesi, altri 3 mln rimborsi per ex specializzandi

(ASCA) - Roma, 24 set - Arrivano altri tre milioni di euro di rimborsi in favore di circa cento medici che non hanno ricevuto la borsa di studio durante gli anni della specializzazione universitaria. Lo rende noto Consulcesi, associazione legale per la tutela dei diritti dei camici bianchi, che conta 40mila associati in tutta Italia. I rimborsi, fino a 70mila euro a medico, sono stati consegnati oggi a Milano ai ricorrenti che hanno vinto le rispettive cause nei tribunali, alla presenza del presidente dell'associazione, Massimo Tortorella, e del presidente dell'Omceo di Milano, Roberto Carlo Rossi. Le cause sono state intentate per il mancato rispetto delle regole comunitarie nei tempi previsti: lo Stato italiano, infatti, ha recepito la direttiva europea 87/76 del 1982, che imponeva un giusto compenso per gli specializzandi, solo nove anni dopo. Una situazione che ha determinato la mancata erogazione delle borse di studio ai medici che hanno frequentato le scuole di specializzazione tra il 1982 e il 1991. Piu' di recente si e' aperto anche un secondo fronte per chi si e' iscritto tra il 1994 e il 2006: in quest'ultimo caso le borse di studio sono state erogate, ma non comprendevano il pagamento degli oneri previdenziali e la copertura assicurativa dei rischi professionali e degli infortuni. Con i nuovi rimborsi, i risarcimenti ottenuti tramite Consulcesi ammontano in totale a oltre 327 milioni di euro. Il presidente dell'associazione, Massimo Tortorella, commenta: ''Dopo la consegna di 3 milioni di euro a Genova e la recente sentenza del tribunale di Roma che ha riconosciuto 14 milioni di euro gia' in primo grado, oggi siamo a Milano per restituire direttamente ai medici altri 3 milioni. Ma non ci fermiamo qui e il 20 ottobre partira' la quarta causa dell'anno, per dare risposta ai tanti medici ancora in attesa di una soluzione''. In totale, secondo una stima che riguarda solo gli associati Consulcesi, l'inadempienza alle normative europee rischia di comportare un esborso di 4 miliardi di euro per le casse dello Stato. com-ceg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia