domenica 26 febbraio | 04:48
pubblicato il 09/mag/2013 19:15

Sanita': Cittadinanzattiva, ticket salasso cittadini. Lotta a sprechi

Sanita': Cittadinanzattiva, ticket salasso cittadini. Lotta a sprechi

(ASCA) - Roma, 9 mag - ''Nel luglio 2011, con la campagna Sos Ticket, avevamo denunciato il rischio che l'introduzione dei superticket avrebbe danneggiato i diritti dei cittadini e il Servizio Sanitario Nazionale. I dati diffusi oggi da Agenas confermano quei nostri timori, rendendoli evidenti con la forza dei numeri. Non possiamo che condividere l'allarme lanciato dal Presidente di Agenas Bissoni''. Questo il commento di Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato. ''E' urgente l'apertura da parte del Ministro della Salute, non solo ad un confronto con le Regioni, ma anche con i cittadini e le organizzazioni civiche, a meno che l'intenzione non sia quella di voler mettere la parola fine al nostro modello di SSN, improntato all'universalismo e accessibilita'. Quanto peseranno sul nostro servizio sanitario in futuro le rinunce a curarsi che i cittadini fanno oggi?''. ''Il paventato nuovo aumento dei ticket dal 2014 andrebbe ad aggiungersi ad ulteriori sacrifici che saranno richiesti ancora una volta ai cittadini onesti su altri fronti, come Tares, IMU, compartecipazione alle spese per l'istruzione'', ha aggiunto ancora Gaudioso. ''Un salasso che come dimostrano anche i dati di oggi, portera' gli italiani a curarsi meno e ad incidere in futuro di piu' sulle casse dello Stato. E' arrivato il momento di smetterla di ricorrere sempre alle tasche dei cittadini, o a politiche di riduzioni lineari del finanziamento alle politiche sociali e sanitarie, mettendo in campo una seria politica di lotta agli sprechi e alle tante caste che nel nostro Paese in questa crisi gravissima non solo continuano a vivere, ma prosperano allegramente. ''E' necessario recuperare la cultura della programmazione, in particolar modo nel settore socio-sanitario'', ha concluso Gaudioso, ''I cittadini stanno pagando da anni un welfare che abbiamo definito insostenibilimente leggero, come testimonia la spesa di circa 14000 euro medi annui a cui devono far fronte le famiglie con persone affette da una patologia cronica o rara''. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech