domenica 04 dicembre | 07:38
pubblicato il 02/lug/2013 20:12

Sanita': Cipomo, no a farmaci antitumorali totalmente a carico pazienti

Sanita': Cipomo, no a farmaci antitumorali totalmente a carico pazienti

(ASCA) - Milano, 2 lug - ''Apprendere che sono stati autorizzati due nuovi farmaci antitumorali il cui costo ricadrebbe interamente sul paziente ci lascia interdetti'' .

''Quanto accaduto rischia di violare i principi fondanti del nostro Sistema Sanitario Nazionale, forse l'unico servizio pubblico italiano in grado di competere, in termini di efficacia ed esiti, con quello di altri paesi occidentali avanzati''. Cosi', Gianpiero Fasola Presidente CIPOMO (Collegio Italiano Primari Oncologi Medici Ospedalieri).

''I Primari Oncologi Medici Italiani - aggiunge - non sono degli irresponsabili: ci rendiamo conto della situazione e del rischio insostenibilita' di alcune cure ad alto costo.

Abbiamo gia' avviato iniziative importanti e siamo pronti a collaborare con le istituzioni locali e nazionali per trovare una soluzione. Non e' pero' accettabile che non si riesca a mettere mano con decisione alla spesa pubblica futile, negli ambiti che tutti gli organi di stampa da anni segnalano, e si proceda con decisioni che rischiano di colpire i malati oncologici. Ci auguriamo che si rifletta su un provvedimento che va contro il rispetto delle norme a tutela della salute dei cittadini'', conclude Fasola.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari