lunedì 16 gennaio | 18:59
pubblicato il 14/feb/2014 09:38

San Valentino: Coldiretti, 1 su 4 regala fiori. La maggioranza niente

San Valentino: Coldiretti, 1 su 4 regala fiori. La maggioranza niente

(ASCA) - Roma, 14 feb 2014 - Quasi un innamorato su quattro (23 per cento) regala fiori che si confermano come l'omaggio preferito in questo San Valentino di crisi in cui oltre la meta' (55 per cento) non regala niente. E' quanto emerge dai risultati del sondaggio condotto dal sito www.coldiretti.it dal quale si evidenzia che una minoranza del 9 per cento regala cioccolatini o agli altri dolciumi, l'8 ai profumi o gioielli e il 5 per cento capi di abbigliamento. Nonostante le difficolta' economiche l'omaggio floreale resiste e - sottolinea la Coldiretti - si conferma simbolo della festa degli innamorati con una stima di almeno 12 milioni di fiori acquistati e la tendenza a diversificare puntando oltre alle rose su primule, bulbose azalee e orchidee, meglio se italiane. I fiori italiani infatti - afferma la Coldiretti - sono senza dubbio i piu' profumati, non solo perche' non devono affrontare lunghi tempi di viaggio che fanno arrivare quelli stranieri meno freschi alla meta, ma anche perche' molti produttori nazionali sono impegnati a selezionare varieta' che presentano aromi piu' intensi e caratteristici.

I fiori vincono perche' - precisa la Coldiretti - permettono di esprimere, con classe, fantasia e prezzi ragionevoli, i propri sentimenti senza intaccare sensibilmente il proprio bilancio, e sono piu' graditi dei cioccolatini che rischiano di compromettere il duro ''lavoro'' di queste settimane per tornare in forma dopo le festivita' natalizie, in attesa della prova costume. Resiste pero' la cena di coppia, magari secondo Terranostra da consumare a casa o negli agriturismi per contenere i costi e garantirsi maggiore privacy, ma senza far mancare particolari ''piccanti''. La tendenza - continua la Coldiretti - e' quella di arricchire i menu con ingredienti che secondo la tradizione popolare hanno straordinari poteri stimolanti, in alcuni casi addirittura confermati da prove scientifiche, dal piu' noto peperoncino al sedano, ma anche finocchietto selvatico o pistacchio di Bronte. Ogni regione ha la sua ricetta come in Puglia con il cinipi, verdura simile alla cima di rapa, incrocio tra cicoria e asparago, e il verru'ch, insalata verde leggermente amarognola. Per avere Cupido come alleato - continua la Coldiretti - c'e' anche chi tenta con il brodo di giuggiole, un liquore dolce ottenuto per infusione dei piccoli frutti del giuggiolo, una pianta molto diffusa nei cortili del Veneto e della Romagna. E per i piu'... coraggiosi - conclude la Coldiretti - anche i tradizionali aglio e cipolla che sono considerati alternativa naturale al viagra di cui contengono componenti simili al principio attivo secondo alcuni studi.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Comuni
Consenso dei sindaci: vince Appendino, Raggi precipita penultima
Corruzione
Latina, appalti truccati: 10 arresti tra cui sindaco di Sperlonga
Napoli
Napoli, scoppia un impianto a gas: un morto e 7 feriti, 5 gravi
Roma
Roma, manutenzioni bus Cotral truccate: un arresto e 50 indagati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Germania in guerra contro Fca: "Richiamare 500, Doblò e Renegade"
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello