sabato 03 dicembre | 13:16
pubblicato il 22/feb/2013 14:28

San Raffaele: pm, sodalizio criminale per dissipare risorse Fondazione

(ASCA) - Milano, 22 feb - Un ''sodalizio criminale'' tra vertici e fornitori del San Raffaele capace di daR vita a un ''drenaggio'' sistematico della casse della Fondazione dell'ospedale milanese che ''versava in uno stato critico''.

Sono queste le accuse che il pm di Milano, Luigi Orsi, contesta ai protagonisti del processo sul crac del San Raffaele. Sul banco degli imputati ci sono quattro imprenditori, tutti accusati di associazione a delinquere e bancarotta fraudolenta.

E ''tutti consapevoli della condotta dissipatoria'', secondo il rappresentante della pubblica accusa, che ha chiesto per loro condanne fino a 4 anni e 9 mesi. In particolare, il magistrato nel corso della sua requisitoria ha sostenuto che sarebbe stato impossibile per loro ottenere appalti dal San Raffaele ''se non fossero stati disponibili a costituire fondi neri e a dare denaro a Dacco'''. fcz/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari