giovedì 23 febbraio | 22:18
pubblicato il 26/apr/2012 17:46

San Raffaele/ Cassazione:No gravi indizi su consapevolezza Daccò

Motivi annullamento ordine custodia per bancarotta

San Raffaele/ Cassazione:No gravi indizi su consapevolezza Daccò

Milano, 26 apr. (askanews) - Manca la prova che Daccò fosse consapevole dello stato di dissesto del San Raffaele poi approdato al concordato preventivo. E' questa la motivazione con cui la Cassazione ha annullato la misura cautelare del carcere per Pierangelo Daccò accusato di bancarotta. Per la Suprema Corte "l'aspetto non risulta concretamente sviluppato dai giudici di merito". Il problema è l'esistenza del dolo del concorrente estraneo nell'ambito del reato di bancarotta per distrazione. "Occorre che non si posta in dubbio la sua conoscenza dello stato di decozione dell'impresa da cui il denaro proviene" scrivono i giudici. Non si sono gravi indizi su Daccò in relazione alla "consapevole ed ingiustificata esposizione a repentaglio delle ragioni de creditori". La misura cautelare è stata annullata con rinvio in relazione alla motivazione. Adesso il gip Vincenzo Tutinelli dovrà rifare il provvedimento.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech