domenica 19 febbraio | 12:47
pubblicato il 16/lug/2012 18:05

Salvatore Borsellino: Napolitano attenta Costituzione- VideoDoc

"Azione di uomo disperato che teme vengano fuori intercettazioni"

Salvatore Borsellino: Napolitano attenta Costituzione- VideoDoc

Palermo, (askanews) - "Un vero e proprio attentato alla Costituzione da parte del capo dello Stato e di conseguenza di una sua messa in stato d'accusa". Così Salvatore Borsellino, fratello di Paolo, commenta la decisione del Quirinale di sollevare il conflitto d'attribuzione nei confronti della Procura di Palermo davanti alla Corte costituzionale. "Per quel che ne so, il presidente della Repubblica non ha nessuna prerogativa su indagini giudiziarie della magistratura, che è un organo libero, e non può intervenire sulle sue azioni. E' un'iniziativa contro quella Procura che sta cercando di far luce su quanto è successo, e ha portato alla strage del 19 luglio 1992". Per Borsellino, la decisione di Giorgio Napolitano "si tratta di una reazione di un uomo disperato che sa, che se venissero rese pubbliche quelle intercettazioni, non avrebbe che una possibilità: dimettersi".

Gli articoli più letti
Campidoglio
Raggi: vogliamo stadio della Roma ma nel rispetto della legge
Immigrati
Guardia costiera: oggi 358 migranti salvati nel Mediterrano
Cinema
Napoli ricorda Totò a 50 anni da morte con show e set ricreati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia