sabato 25 febbraio | 02:24
pubblicato il 29/ago/2011 16:00

Salute/Tbc,Gemelli:Attivazione nostra struttura è stata massima

"Nessuna segnalaziona da dipendente su patologia tubercolotica"

Salute/Tbc,Gemelli:Attivazione nostra struttura è stata massima

Roma, 29 ago. (askanews) - " Sin dalla insorgenza del problema l'attivazione della struttura è stata massima". E' quanto si legge in una nota della direzione del Policlinico universitario "A. Gemelli" in merito ai casi di neonati contagiati dalla tubercolosi nella stessa struttura ospedaliera. "Non è mai giunta né da parte della dipendente, cui è stata diagnosticata Tbc, né da parte delle autorità sanitarie competenti - precisa ancora la direzione sanitaria - segnalazione di patologia tubercolotica, di cui sarebbe stato affetto un familiare dell'infermiera". "Tutti gli altri aspetti relativi alla vicenda - prosegue la nota - saranno chiariti nelle opportune sedi con le quali il Policlinico Gemelli sta collaborando fattivamente, fornendo i necessari chiarimenti che di volta in volta vengono richiesti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech