martedì 21 febbraio | 09:26
pubblicato il 24/mag/2012 19:45

Salute/ Trasfusione infetta a Arezzo,risarcimento da 700mila euro

Dopo 15 anni riconosciuto il danno per epatite C

Salute/ Trasfusione infetta a Arezzo,risarcimento da 700mila euro

Firenze, 24 mag. (askanews) - Aveva contratto l'epatite C, da bambina, per una trasfusione di sangue infetto. E' quanto riconosce una sentenza del Tribunale di Arezzo, che, dopo 15 anni ha condannato il Ministero della Salute ad un risarcimento di 700 mila euro. La donna, aretina, era stata sottoposta a cure nella propria città e a Firenze. A rendere nota la vicenda è l'avvocato Carlo Buricchi, Il legale, che seguito tutto l'iter giudiziario per la donna, avverte che se lo Stato avesse accettato, nel 2009, la "procedura transattiva", per l'erario l'esborso sarebbe stato di 200 mila euro in meno. La sentenza tiene conto dei danni non patrimoniali: l'allora giovane paziente ha subito danni alla salute che le hanno compromesso per sempre la qualità della sua vita.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia