martedì 17 gennaio | 03:49
pubblicato il 01/feb/2013 11:49

Salute: Telethon, c'e' meccanismo protezione danni metabolismo ossigeno

Salute: Telethon, c'e' meccanismo protezione danni metabolismo ossigeno

(ASCA) - Roma, 1 feb - Dalla ricerca Telethon su una rara forma di cecita' genetica arriva una scoperta importante su come le nostre cellule rispondono ai danni indotti dal metabolismo dell'ossigeno. Lo studio, che ha meritato le pagine della rivista Cell, e' stato condotto da Massimo Santoro presso il Centro di biotecnologie molecolari dell'Universita' di Torino. Lo comunica Telethon, in una nota.

''Siamo partiti dall'osservazione che uno stesso gene, chiamato Ubiad 1 - ha detto Santoro - era difettoso sia in pazienti affetti da una rara malattia genetica dell'occhio, la distrofia del cristallino di Schneyder, sia in una variante mutata dello zebrafish, un pesce molto noto fra gli scienziati, che presentava difetti nello sviluppo cardiovascolare'' . ''Ci siamo quindi chiesti se questo 'doppio riscontro' potesse aiutarci a capire la funzione del gene alterato in questi pazienti, fino a quel momento del tutto sconosciuta.

Dai colleghi clinici sapevamo soltanto che persone affette da distrofia di Schneyder - ha aggiunto - circa un centinaio i casi noti finora, vanno incontro all'accumulo progressivo di colesterolo e lipidi a livello del cristallino, la lente presente nell'occhio, che a poco a poco diventa opaca alla luce impedendo in ultima analisi la visione''.

Grazie a studi di biologia cellulare e molecolare, informa la nota, i ricercatori piemontesi sono riusciti a dimostrare come fisiologicamente il gene Ubiad 1 contenga le informazioni per un enzima deputato alla sintesi del coenzima Q10, una sostanza dal potere antiossidante presente in tutte le nostre cellule e ben nota al pubblico perche' utilizzata anche nella composizione di creme anti-eta' proprio per questa sua proprieta'. ''L'unico enzima noto fino ad oggi come responsabile della produzione del coenzima Q10 si trova sui mitocondri - sottolinea Santoro - le centrali energetiche delle nostre cellule, ed e' essenzialmente chiamato in causa nel corso delle attivita' metaboliche della cellula''. ''Il nuovo enzima che abbiamo scoperto si trova invece in un altro comparto - conclude il ricercatore - l'apparato del Golgi, e sembra avere un ruolo nella protezione dei tessuti dallo stress ossidativo, ovvero dai radicali liberi prodotti dal metabolismo dell'ossigeno. Pur non essendo ancora chiaro come il difetto genetico si traduca nei sintomi osservati nei pazienti, questo risultato suggerisce che, il cristallino, uno dei tessuti umani piu' sensibili a questo tipo di stress, potrebbe effettivamente risentire di una protezione insufficiente da parte di Ubiad 1 andando cosi' incontro all'accumulo di colesterolo e lipidi''. Inoltre, il gruppo di ricerca di Massimo Santoro ha dimostrato come Ubiad1 e Coq10 proteggano il sistema cardiovascolare, e quindi anche l'occhio dai danni insorti dall'uso di statine, come appunto lo stress ossidativo. com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Corruzione
Latina, appalti truccati: 10 arresti tra cui sindaco di Sperlonga
Comuni
Consenso dei sindaci: vince Appendino, Raggi precipita penultima
Napoli
Napoli, scoppia un impianto a gas: un morto e 7 feriti, 5 gravi
Roma
Roma, manutenzioni bus Cotral truccate: un arresto e 50 indagati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello