venerdì 09 dicembre | 01:59
pubblicato il 30/ago/2011 09:11

Salute/ Tbc, altri 18 neonati positivi al test

Complessivamente sono 52; oggi altri 155 controlli al Gemelli

Salute/ Tbc, altri 18 neonati positivi al test

Roma, 30 ago. (askanews) - Altri 18 neonati positivi al test della tbc: salgono così a 52 i casi dei bimbi nati al policlinico Gemelli di Roma, dove lavora l'infermiera affetta da tubercolosi, e risultati positivi al test della tbc. L'Unità di coordinamento della Regione Lazio, chiamata a gestire l'attività di controllo sui nati al Policlinico Gemelli inseriti nel programma di sorveglianza sulla tubercolosi, è tornata a riunirsi ieri sera ed ha fatto il punto della situazione sulle operazioni di verifica e prevenzione. Alla riunione, come già annunciato dalla presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, hanno partecipato anche i membri della Commissione di indagine sanitaria, epidemiologica ed amministrativa istituita con decreto del commissario ad acta della Sanità del Lazio, Renata Polverini, che si è insediata ieri pomeriggio. Per quanto riguarda la giornata di ieri, sono emersi 18 nuovi casi positivi, riferiti ai risultati dei 300 test effettuati nelle giornate di venerdì e sabato scorsi. Complessivamente ad oggi sono state effettuate 917 visite e test di cui sono pervenuti 729 risultati, dei quali 52 emersi come positivi, con una media di 7,13%. Riguardo i nuovi 18 casi di esami positivi, si tratta di 11 maschi e 7 femmine, le famiglie dei quali sono state avvisate. Cinque dei bambini positivi sono nati nel mese di febbraio, 2 nel mese di marzo, 2 nel mese aprile, 3 nel mese di maggio, 5 nel mese di giugno e 1 nel mese di luglio L'Unità di coordinamento, attraverso i suoi esperti, ricorda che la positività al test non significa malattia ma esprime l'avvenuto contatto con il bacillo. Pertanto, anche sui nuovi 18 neonati positivi sono stati già programmati ulteriori controlli e sarà proposta la profilassi prevista dal protocollo predisposto dall'Unità di coordinamento regionale. La profilassi, definita anche dalle linee guida internazionali, evita il rischio di sviluppare la malattia a seguito dell'avvenuto contatto con il micobatterio. L'Unità di coordinamento precisa, inoltre, che dei neonati risultati positivi fino ad oggi e sottoposti agli ulteriori controlli previsti nessuno è risultato ammalato. Per la giornata di oggi sono stati fissati ulteriori 155 controlli. Si conferma pertanto che entro il 31 agosto tutti i bambini interessati saranno stati sottoposti a visita e test, come previsto dal protocollo medico.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni