domenica 11 dicembre | 09:56
pubblicato il 12/nov/2013 16:46

Salute: studio Gemelli, cellule 'trans' sono scudo contro diabete

Salute: studio Gemelli, cellule 'trans' sono scudo contro diabete

(ASCA) - Roma, 12 nov - Una ricerca condotta a quattro mani dai ricercatori del Policlinico Gemelli e del Joslin Diabetes Center dell'Universita' di Harvard (Boston) rivela che alcune persone riescono a difendersi dal diabete di tipo 2, che ormai ha assunto proporzioni pandemiche e non solo nei paesi industrializzati. Solo in Italia, almeno il 5% della popolazione generale presenta questa condizione.

''L'idea di questo studio - spiega Andrea Giaccari, professore associato di diabetologia del Gemelli, consigliere nazionale della societa' italiana di diabetologia (Sid) e coordinatore del gruppo di ricerca italiano - nasce da una domanda di Gennaro Clemente, il quale ha avuto modo di osservare che alcuni pazienti escono dalla sala operatoria con il diabete, mentre altri no. Perche'?''. Giaccari ha dunque deciso di studiare questi pazienti, per scoprire cosa differenziasse quelli che sviluppano il diabete nel post-operatorio, da quelli che mantengono una condizione di normoglicemia. Molti dei pazienti sottoposti all'intervento di pancreasectomia infatti, pur avendo ''sulla carta' tutti i fattori di rischio per sviluppare diabete, mantenevano anche dopo l'intervento una glicemia perfettamente normale.

''Siamo riusciti a scoprire che alcuni pazienti erano in grado di difendersi dal diabete creando nuove cellule produttrici di insulina, attraverso la ''trasformazione' (il termine tecnico e' ''trans-differenziazione') delle cellule del pancreas produttrici glucagone, in cellule che producono insulina'', ha detto Giaccari, spiegando che ''sono proprio queste cellule ''trans' a permettere a queste persone di mantenere la glicemia normale, nonostante la presenza dei fattori di rischio''.

''Con questo lavoro - prosegue Giaccari - abbiamo evidenziato che le cellule alfa regrediscono ad uno stato primordiale, perdendo la memoria di quello che sono, e in seguito si ri-differenziano in cellule beta, che producono insulina. In altre parole - dice Giaccari - le cellule alfa che producono glucagone, seguendo un comando ancora ignoto ma gia' riprodotto in vitro, cambiano completamente ''vocazione', trasformandosi in cellule produttrici di insulina. Con questo meccanismo alcune persone riescono spontaneamente ad evitare il diabete e si puo' ipotizzare che la perdita di questo meccanismo sia alla base di alcune forme di diabete''.

''Il prossimo passo - annuncia Giaccari - sara' di proseguire questo filone di ricerca sul modello animale, per arrivare ad identificare i meccanismi molecolari alla base di questa trans-differenziazione per poi verificarli nell'uomo.

L'importanza dei risultati di questo studio ci ha spinto tuttavia a condividerli subito con tutta la comunita' scientifica. La ricerca e' particolarmente innovativa perche' non studia i meccanismi che conducono al diabete, ma come poterlo evitare, nonostante la presenza di fattori di rischio. Capire i meccanismi che permettono di difendersi dal diabete potra' consentire un giorno di riprodurli e di sfruttarli a fini terapeutici. Dobbiamo insistere su questa nuova strada - conclude Giaccari - sono certo che ora, oltre a noi, molti laboratori nel mondo la seguiranno, e la soluzione si trovera'. Nel frattempo, la prima terapia resta sempre il ritorno alle origini: attivita' fisica ed alimentazione sana''.

''L'esito di queste ricerche - commenta Stefano Del Prato, presidente Sid - e' un successo anche della societa' italiana di diabetologia: per combattere il dilagare del diabete e' fondamentale promuovere la prevenzione, la migliore assistenza e l'aggiornamento continuo degli operatori sanitari. Ma la vera soluzione, la cura definitiva del diabete, potra' essere trovata solo attraverso la promozione ed il finanziamento della ricerca. E questo e' e rimane il nostro primo obiettivo come societa' scientifica. I risultati di questo studio rappresentano un ulteriore passo in questa direzione''.

red/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina