domenica 11 dicembre | 06:09
pubblicato il 10/lug/2013 19:35

Salute: studio conferma connessione fra smog e cancro ai polmoni

Salute: studio conferma connessione fra smog e cancro ai polmoni

(ASCA) - Roma, 10 lug - Esiste una connessione fra l'aria inquinata e il cancro al polmone. Lo dimostra una maxi ricerca condotta su 300 mila persone residenti in 9 Paesi europei, fra cui l'Italia, alla quale hanno collaborato 36 centri e piu' di 50 ricercatori. Pubblicata su Lancet Oncology, la ricerca dice anche che l'Italia conquista il triste primato di citta' - Torino, Roma, Varese tra i centri monitorati - con la piu' alta presenza di inquinanti nell'aria.

Lo studio - condotto su 312.944 persone di eta' compresa tra i 43 e i 73 anni, di Svezia, Norvegia, Danimarca, Olanda, Regno Unito, Austria, Spagna, Grecia e Italia, osservate per un periodo di circa 13 anni - ha mostrato che, per ogni incremento di 10 microgrammi di Pm10 per metro cubo presenti nell'aria, il rischio di tumore al polmone aumenta di circa il 22%. Percentuale che sale al 51% per l'adenocarcinoma, unico tumore che si sviluppa in un significativo numero di non fumatori. Fra le persone monitorate nel corso degli anni, ben 2.095 hanno sviluppato un cancro al polmone.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina