giovedì 08 dicembre | 19:33
pubblicato il 08/mag/2013 18:55

Salute: Societa' Medicina Preventiva, l'importanza di 'VaccinarSi''

Salute: Societa' Medicina Preventiva, l'importanza di 'VaccinarSi''

(ASCA) - Roma, 8 mag - Occorre mantenere alta l'attenzione sull'importanza delle vaccinazioni come strumento di prevenzione e di tutela della salute pubblica. L'appello arriva dalla SItI - Societa' Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanita' Pubblica - che ha organizzato a Roma un incontro aperto agli operatori della comunicazione per discutere dello stato dell'arte delle vaccinazioni in Italia e per presentare VaccinarSi' (www.vaccinarsi.org), nuovo portale internet di informazione medica e scientifica.

''Ad oggi - dichiara Giovanni Rezza, responsabile del Dipartimento di malattie infettive, parassitarie ed immunomediate dell'ISS - non abbiamo ancora i dati ufficiali delle coperture di quest'anno. Esistono alcune stime che parlano di circa un 20% in meno rispetto alla precedente stagione influenzale. Quella appena trascorsa e' stata di media intensita', con oltre 6 milioni di casi in totale.

Rispetto all'anno precedente, due dei tre virus circolanti erano leggermente mutati, per cui il vaccino era stato adeguatamente aggiornato, garantendo una discreta protezione.

Tuttavia, una riduzione della copertura vaccinale potrebbe determinare seri problemi di sanita' pubblica nel caso di stagioni caratterizzate da mutazioni virali piu' rilevanti.

Per questo - sottolinea Rezza - e' necessario incentivare la vaccinazione in Italia con adeguate politiche vaccinali''. L'iniziativa ''L'importanza di...VaccinarSi''' viene presentata a ridosso della Settimana Europea della Vaccinazione che ogni anno si svolge in aprile. ''I vaccini, come la storia insegna, salvano vite umane e - afferma Michele Conversano, Presidente della SItI - costituiscono un risparmio economico per il Servizio sanitario nazionale non trascurabile (ad esempio in termini di mancate ospedalizzazioni)''. E, se hanno permesso gia' di cancellare dalla faccia della terra una terribile malattia come il vaiolo, che uccideva 5 milioni di persone nel mondo ogni anno, ''Entro la fine di questo decennio - afferma Paolo Bonanni, professore ordinario di Igiene presso l'Universita' degli Studi di Firenze - e' prevista l'eradicazione di un secondo flagello, la poliomielite, che tante morti e invalidita' permanenti ha provocato (centinaia di migliaia di paralisi ogni anno nel mondo) prima della disponibilita' del vaccino.

Stiamo cercando di eliminare anche la rosolia congenita (una vergogna per un paese civile) e il morbillo, che in 1 caso su 1.000 provoca encefalite e in 1 caso su 10.000 la morte - chiarisce il docente dell'Universita' di Firenze -. Vogliamo anche combattere il cancro del collo dell'utero grazie alla vaccinazione contro l'HPV offerta a tutte le adolescenti e dobbiamo proteggere i nostri bambini e ragazzi nei confronti delle meningiti e setticemie da meningococco e da pneumococco, per le quali abbiamo a disposizione sempre piu' vaccini efficaci e sicuri''.

Insomma, ''un investimento per lo Stato e per la salute dei cittadini: un euro per le vaccinazioni puo' equivalere a 24 euro per curare chi si ammala - sottolinea Renato Soncini, presidente del Gruppo Vaccini di Farmindustria - bisogna quindi migliorare le coperture, che in Italia non sono ancora in linea con quelle dei principali Paesi europei''.

mpd/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni