venerdì 20 gennaio | 19:10
pubblicato il 08/feb/2014 11:00

Salute: Simeup, incidenti stradali fra prime cause trauma nei bimbi

Salute: Simeup, incidenti stradali fra prime cause trauma nei bimbi

(ASCA) - Roma, 8 feb 2014 - Ogni anno nei Pronto Soccorso arrivano migliaia di vittime di incidenti stradali.

Se i casi che riguardano i passeggeri sono particolarmente concentrati nella fascia di eta' 15-24 anni, frequenze non trascurabili si registrano anche per i bambini tra 0 e 9 anni. Complessivamente, secondo i dati ISTAT, nel 2012 sono morti 27 bambini tra 0-9 anni in seguito ad incidente stradale e oltre 6.000 sono stati i feriti nella stessa fascia d'eta'. ''Gli incidenti stradali - spiega Antonio Urbino, Presidente della Societa' Italiana di Medicina di Emergenza ed Urgenza Pediatrica (SIMEUP) - sono tra le cause piu' frequenti di mortalita' e disabilita' in eta' pediatrica. E' allarmante constatare che la maggior parte dei decessi nei bambini e' dovuta al mancato utilizzo dei sistemi di ritenuta o al non corretto utilizzo dei seggiolini. Il mancato rispetto delle norme di sicurezza quando si viaggia in auto e' spesso fonte di gravi traumi cranici, toracici e addominali che potrebbero essere evitati con semplici accorgimenti''. Bisogna prima di tutto sfatare la falsa convinzione che in citta' viaggiare in auto e' meno pericoloso. Oltre il 75% degli incidenti stradali si verificano nelle strade urbane (con una mortalita' che sfiora il 43% del totale). ''In citta' non bisogna abbassare la guardia - spiega Urbino -, occorre non cedere ai capricci dei bambini che in auto vanno legati secondo le norme di legge.

La posizione piu' pericolosa in assoluto e' quella del bambino in braccio al passeggero seduto a fianco del guidatore. Non e' raro che questi bambini presentino gravi lesioni in seguito all'esplosione dell'airbag o nel caso di airbag disattivato perche' schiacciati dai genitori stessi.

Purtroppo i traumi provocati nei bambini a seguito di incidenti automobilistici - conclude il Presidente della SIMEUP - non sono solo quelli fisici, ma anche quelli psicologici che si possono trascinare ben oltre la guarigione fisica''. Il ricorso alle cure mediche e' spesso frutto di contravvenzioni al Codice della Strada - mancato rispetto delle regole di precedenza, la guida distratta e la velocita' troppo elevata sono le prime tre cause di incidente -, ma puo' derivare anche da comportamenti non corretti all'interno dell'abitacolo dell'auto in grado di mettere a rischio la salute di adulti e bambini. Se e' vero che la sicurezza in auto riguarda tutti, per i bimbi ci sono norme di condotta particolari che e' bene non disattendere. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, estratte mamma e bimbo: in ospedale, stanno bene
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: morti accertati sono solo 2
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4