martedì 21 febbraio | 15:52
pubblicato il 08/feb/2014 11:00

Salute: Simeup, incidenti stradali fra prime cause trauma nei bimbi

Salute: Simeup, incidenti stradali fra prime cause trauma nei bimbi

(ASCA) - Roma, 8 feb 2014 - Ogni anno nei Pronto Soccorso arrivano migliaia di vittime di incidenti stradali.

Se i casi che riguardano i passeggeri sono particolarmente concentrati nella fascia di eta' 15-24 anni, frequenze non trascurabili si registrano anche per i bambini tra 0 e 9 anni. Complessivamente, secondo i dati ISTAT, nel 2012 sono morti 27 bambini tra 0-9 anni in seguito ad incidente stradale e oltre 6.000 sono stati i feriti nella stessa fascia d'eta'. ''Gli incidenti stradali - spiega Antonio Urbino, Presidente della Societa' Italiana di Medicina di Emergenza ed Urgenza Pediatrica (SIMEUP) - sono tra le cause piu' frequenti di mortalita' e disabilita' in eta' pediatrica. E' allarmante constatare che la maggior parte dei decessi nei bambini e' dovuta al mancato utilizzo dei sistemi di ritenuta o al non corretto utilizzo dei seggiolini. Il mancato rispetto delle norme di sicurezza quando si viaggia in auto e' spesso fonte di gravi traumi cranici, toracici e addominali che potrebbero essere evitati con semplici accorgimenti''. Bisogna prima di tutto sfatare la falsa convinzione che in citta' viaggiare in auto e' meno pericoloso. Oltre il 75% degli incidenti stradali si verificano nelle strade urbane (con una mortalita' che sfiora il 43% del totale). ''In citta' non bisogna abbassare la guardia - spiega Urbino -, occorre non cedere ai capricci dei bambini che in auto vanno legati secondo le norme di legge.

La posizione piu' pericolosa in assoluto e' quella del bambino in braccio al passeggero seduto a fianco del guidatore. Non e' raro che questi bambini presentino gravi lesioni in seguito all'esplosione dell'airbag o nel caso di airbag disattivato perche' schiacciati dai genitori stessi.

Purtroppo i traumi provocati nei bambini a seguito di incidenti automobilistici - conclude il Presidente della SIMEUP - non sono solo quelli fisici, ma anche quelli psicologici che si possono trascinare ben oltre la guarigione fisica''. Il ricorso alle cure mediche e' spesso frutto di contravvenzioni al Codice della Strada - mancato rispetto delle regole di precedenza, la guida distratta e la velocita' troppo elevata sono le prime tre cause di incidente -, ma puo' derivare anche da comportamenti non corretti all'interno dell'abitacolo dell'auto in grado di mettere a rischio la salute di adulti e bambini. Se e' vero che la sicurezza in auto riguarda tutti, per i bimbi ci sono norme di condotta particolari che e' bene non disattendere. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia