lunedì 23 gennaio | 17:57
pubblicato il 24/gen/2013 09:45

Salute: scadenza 'rinviata'. Nas sequestrano confezioni alimenti etnici

Salute: scadenza 'rinviata'. Nas sequestrano confezioni alimenti etnici

(ASCA) - Milano, 24 gen - l Carabinieri del NAS di Milano hanno individuato un'azienda che importa dall'Asia e distribuisce prodotti alimentari anche con etichettatura contraffatta. L'operazione nasce della chiusura di un'azienda del settore, che nell'ambito delle procedure di fallimento aveva commercializzato gli alimenti rimasti invenduti ad un'altra azienda. Per verificare la salubrita' delle derrate, i militari del NAS si sono recati presso la ditta acquirente, sita nell'hinterland milanese dove, nel corso dell'ispezione, sorprendevano alcuni dipendenti nell'atto di rimuovere le etichette apposte su confezioni di conserve vegetali di ortaggi vari di provenienza cinese, e sostituirle con altre che riportavano una scadenza diversa da quella originale.

L'immediato intervento dei Carabinieri ha permesso di bloccare l'attivita' illecita e di accertare che i prodotti venivano rietichettati con un termine di conservazione prorogato di oltre 1 anno. La procedura, volta a frodare il consumatore, veniva effettuata senza verificare la salubrita' dei prodotti alimentari destinati a market e ristoranti etnici di tutta Italia. Nel corso dell'operazione i Carabinieri hanno sequestrato le circa 4.200 confezioni di conserve presenti nel magazzino, oltre a diverse centinaia di etichette adesive destinate ad essere applicate sui prodotti (in parte con la falsa scadenza gia' apposta) per un valore sul mercato di quasi 20mila euro.

Il legale responsabile dell'azienda ed i 4 dipendenti sorpresi ad apporre le false etichette (tutti di nazionalita' cinese) sono stati denunciati per frode in commercio. L'importazione e la distribuzione di prodotti alimentari provenienti da Paesi extra UE e destinati alla ristorazione ''etnica'' costituisce un settore costantemente vigilato dai Carabinieri dei NAS, che nel corso del 2012 hanno effettuato quasi 2mila controlli ad attivita' di deposito, ristorazione e vendita, rilevando irregolarita' in oltre 950 controlli, segnalando alle Autorita' Giudiziarie, Amministrative e Sanitarie 975 persone e sequestrando quasi 60 tonnellate di alimenti e 43 strutture, per un valore di oltre 16 milioni di euro. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, individuato il cadavere di un uomo: 6 le vittime
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4