sabato 10 dicembre | 10:35
pubblicato il 09/lug/2013 13:45

Salute: piu' rischio calcoli reni con abuso bibite gassate e zuccherate

Salute: piu' rischio calcoli reni con abuso bibite gassate e zuccherate

(ASCA) - Roma, 9 lug - Bere bibite gassate e zuccherate aumenta il rischio di sviluppare calcoli renali. E' quanto hanno scoperto ricercatori della Facolta' di Medicina e Chirurgia ''A. Gemelli'' dell' Universita' Cattolica di Roma, insieme ai colleghi della prestigiosa Harvard University di Boston. Chi consuma un bicchiere o una lattina al giorno di bevande carbonate (gassate) ha un rischio di calcoli del 23-33% maggiore rispetto a chi consuma meno di una lattina alla settimana.

La scoperta e' frutto di un maxi-studio durato otto anni che ha coinvolto 194 mila persone, che e' stato pubblicato sulla rivista Clinical Journal of the American Society of Nephrology ed e' stato condotto da Pietro Manuel Ferraro, nefrologo presso l'Unita' Operativa di Nefrologia e Dialisi dell'Universita' Cattolica del Sacro Cuore-Complesso Integrato Columbus diretta da Giovanni Gambaro.

''Il nostro studio - spiega Gambaro - suggerisce inoltre che caffe' e te' non siano controindicati per la salute dei reni, ma che, al contrario, possano essere potenzialmente benefici nei pazienti con calcoli renali. Finora, si tendeva a dire che te' e caffe' devono essere assunti con moderazione dai pazienti con calcolosi in quanto sono fonte di sostanze dannose per i reni come l'ossalato. Il nostro studio tende a sfatare questa idea''.

La calcolosi renale e' una patologia frequente e in aumento nella popolazione generale. Uno dei capisaldi del trattamento e della prevenzione di questa condizione e' il conseguimento di una adeguata idratazione.

''Il nostro studio, condotto su un campione di oltre 194,000 soggetti seguiti nel tempo per oltre 8 anni, conferma che non tutti i fluidi sono pero' ugualmente benefici'', sottolinea Pietro Manuel Ferraro, UO di Nefrologia e Dialisi dell'Universita' Cattolica-CIC.

Uno dei capisaldi del trattamento e della prevenzione di questa condizione e' il conseguimento di una adeguata idratazione. Lo studio e' stato condotto con lo scopo di verificare l'associazione tra il consumo di determinate bevande e lo sviluppo di calcoli renali in un campione della popolazione generale. L'assunzione eccessiva di bevande carbonate e zuccherate e' un fattore di rischio noto per lo sviluppo di condizioni come l'obesita' o il diabete, che a loro volta aumentano il rischio di sviluppare calcoli.

L'ipotesi avanzata dai ricercatori, pero', e' che le bevande gassate e zuccherate abbiano anche un effetto diretto sui reni. ''La nostra analisi ha dimostrato che in un campione della popolazione generale il consumo eccessivo di bevande carbonate e zuccherate era effettivamente associato a un aumento del rischio di calcoli, anche dopo aver preso in considerazione altri possibili fattori di rischio - sottolinea Ferraro- Per questo raccomandiamo a tutti un'assunzione limitata (non superiore a una lattina alla settimana) di bevande gassate zuccherate, in particolare a coloro che sono affetti da calcolosi o a rischio di sviluppare tale condizione''.

red/mpd .

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina