lunedì 23 gennaio | 18:38
pubblicato il 26/giu/2013 20:59

Salute: Medici SItI incontrano Lorenzin, prevenzione arma vincente

Salute: Medici SItI incontrano Lorenzin, prevenzione arma vincente

(ASCA) - Roma, 26 giu - Ridurre i costi inutili, mediante la dismissione di pratiche inefficaci; potenziare l'offerta preventiva efficace; favorire l'invecchiamento attivo, mediante azioni sugli stili di vita; riequilibrare il rapporto tra salute e ambiente e garantire la sicurezza alimentare. Sono queste le proposte avanzate dalla Societa' Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanita' Pubblica (SItI) e illustrate al Ministro della Salute nel corso di un incontro svoltosi presso la sede di Lungotevere Ripa, a Roma.

''A nome della SItI ringraziamo il ministro Lorenzin per aver ascoltato le nostre istanze e confidiamo in un impegno concreto nelle direzioni indicate'' affermano Michele Conversano, presidente e Sandro Cinquetti, Coordinatore del Collegio Operatori SItI, presenti all'incontro. La delegazione della Societa' di Igiene, Medicina Preventiva e Sanita' Pubblica, che comprende oltre 3000 operatori del Servizio sanitario nazionale, docenti universitari e ricercatori, ha formulato al titolare della Salute alcune proposte concrete da realizzare nel breve periodo, sottolineando come la prevenzione puo' costituire l'arma vincente per contrastare le malattie di maggior rilevanza sociale e il fenomeno ingravescente della cronicita'. Un'arma che, secondo la SItI, puo' anche favorire percorsi di equita' e sicurezza sociale di grande utilita' in un periodo inevitabilmente interessato da restrizioni economiche e da riordino strutturale. Anche alla luce delle recenti dichiarazioni del ministro Lorenzin sull'importanza che la prevenzione riveste, SItI offre la massima disponibilita' collaborativa al Ministero della Salute. ''Com'e' noto la situazione attuale in Italia non e' confortante dal momento che negli ultimi anni si ''risparmia' solamente sul primo dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), quello della prevenzione collettiva - sottolineano Conversano e Conquetti -.

Nonostante i patti tra il Governo centrale e le Regioni, per la prevenzione non si spende neppure il 5% della spesa sanitaria complessiva, con il risultato che si omettono numerosi interventi a tutela della salute dei cittadini. E' quindi molto importante - concludono i due esponenti della SItI - che con il nuovo Piano Nazionale della Prevenzione per i prossimi 5 anni si determini una svolta a favore della promozione della Salute''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Gioco azzardo
Nomisma: 1,2 mln di studenti tenta la fortuna col gioco d'azzardo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4