sabato 03 dicembre | 04:07
pubblicato il 24/giu/2013 19:31

Salute: Lorenzin visita Campus Biomedico, puntare su prevenzione

Salute: Lorenzin visita Campus Biomedico, puntare su prevenzione

(ASCA) - Roma, 24 giu - ''Ho visitato una struttura efficiente, che ha una razionalita' nel suo funzionamento e che pone al centro il paziente. E' un modello di buona sanita' e di accoglienza estremamente importante in prospettiva dell'applicazione della Direttiva sulla mobilita' europea dei pazienti. In Italia, infatti, abbiamo strutture come questa, di primissima qualita', che non hanno nulla da invidiare ai centri nordeuropei e che sono quindi in grado di vincere anche questa nuova sfida''. Cosi' il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in visita oggi al Policlinico Universitario del Campus Bio-Medico di Roma. Ad accoglierla, tra i molti presenti, il nuovo Presidente dell'Universita' Campus Bio-Medico di Roma, Felice Barela, il Presidente onorario, Paolo Arullani, e il Direttore Generale del Policlinico, Gianluca Oricchio.

Il Ministro, che ha visitato personalmente un reparto di degenza e il servizio di Radioterapia Oncologica, si e' intrattenuta in particolare con le donne in attesa di effettuare una visita di controllo presso l'Ambulatorio 'Open' di Senologia, donando a ciascuna delle presenti una gerbera come 'fiore della prevenzione'. Lorenzin ha ringraziato personalmente le pazienti presenti ''perche' - ha detto - con il vostro coraggio e mettendoci la faccia testimoniate che non bisogna avere paura della malattia. Voi siete la speranza''. ''I dati - ha aggiunto il Ministro - dicono che si sta abbassando l'eta' di insorgenza dei tumori al seno, per questo e' sempre piu' importante fare prevenzione. Perche' prevenire vuol dire salvare vite umane e nel contempo contenere la spesa per le cure''.

Circa il 30-40% delle forme tumorali che colpiscono le donne 'under 40', infatti, risulta essere proprio il cancro al seno, la piu' frequente forma tumorale delle giovani donne.

Mentre, sull'efficacia della prevenzione, una recente indagine del Collegio dei Primari Oncologi dimostra che fino ad oggi in Italia quattro donne su cento hanno avuto salva la vita proprio grazie agli screening, ancor piu' importanti per le pazienti piu' giovani, tra le quali tutti gli studi segnalano una maggior aggressivita' della malattia.

''ll Policlinico Universitario Campus Bio-Medico - ha dichiarato al termine della visita il Presidente del Campus Bio-Medico, Felice Barela - rappresenta una realta' sanitaria importante per il Sistema sanitario nazionale e regionale. Lo dicono gli assistiti che ogni anno scelgono di rivolgersi alla nostra struttura e che, nell'ultimo quinquennio, sono aumentati del 78%. Per questo, accogliamo con interesse e speranza l'impegno del Ministro Lorenzin ad abbandonare la strada dei tagli lineari, che da tempo colpiscono indiscriminatamente il nostro sistema sanitario, senza distinguere tra realta' virtuose e inefficienze. Ci auguriamo che la via del confronto con le Istituzioni possa giungere a un punto di svolta, passando dalle riduzioni unilaterali su budget gia' concordati a una politica di programmazione capace di valorizzare chi fa buona sanita'''. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari