giovedì 23 febbraio | 19:31
pubblicato il 25/apr/2013 13:27

Salute: Giornata mondiale malaria. Unicef, muore un bambino al minuto

Salute: Giornata mondiale malaria. Unicef, muore un bambino al minuto

(ASCA) - Roma, 25 apr - Nel 2008 un bambino ogni 30 secondi moriva per malaria; oggi muore un bambino ogni 60 secondi: la malaria uccide ancora 660.000 persone ogni anno, molte delle quali sono bambini africani. Lo scrive Unicef-Italia in un comunicato diffuso in occasione nella Giornata mondiale della malaria, il 25 aprile. ''E' inaccettabile che ogni giorno piu' di 1.500 bambini muoiano ancora per una malattie prevenibile e curabile.'' ha detto, Nicholas Alipui, direttore del Programma dell'Unicef anti malaria. ''Dobbiamo distribuire zanzariere trattate con insetticida a tutti coloro che ne hanno bisogno, dobbiamo provvedere a test puntuali e medicine appropriate per i bambini colpiti da malaria.'' Una copertura universale con zanzariere trattate con insetticida sotto cui dormire e', infatti, la chiave per raggiungere risultati contro la malaria, ''uno dei piu' grandi killer di bambini nel mondo'', scrive l'Unicef.

Con i suoi partner, l'Unicef si batte e supporta i governi per una distribuzione gratuita di zanzariere trattate con insetticida - specialmente quelle a lunga durata. Quando la copertura universale - una zanzariera per ogni due persone - sara' raggiunta, questa semplice ed efficace barriera potra' ridurre la mortalita' infantile fino al 20%.

Nel 2004, nell'Africa subsahariana c'erano solo 5,6 milioni di zanzariere da letto. Fino a poco tempo fa il prezzo delle zanzariere era troppo alto per la grande distribuzione a causa della scarsa concorrenza tra produttori. Tuttavia in Africa, nel 2010, questo numero e' salito a 145 milioni grazie ai grandi quantitativi acquistati, alle forniture comuni, ai migliori finanziamenti e all'estesa capacita' manifatturiera. Un focus costante e mirato a una piu' alta copertura con interventi efficaci per contrastare la malaria - sottolinea l'Agenzia Onu - ha contribuito a salvare 1,1 milioni di vite e a far diminuire di un terzo il tasso di mortalita' causata da malaria in Africa, come registrato dal 2000. ''Abbiamo fatto progressi considerevoli in questa lotta, ma non possiamo distogliere lo sguardo dall'obiettivo di ridurre i casi di malaria e morte per azzerarli. Dobbiamo assicurarci che i paesi abbiano i fondi necessari per il controllo della malaria e usarli per proteggere i propri figli e le donne in gravidanza'', ha aggiunto Alipui, direttore del Programma dell'Unicef anti malaria.

com-stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech