lunedì 05 dicembre | 15:33
pubblicato il 01/ago/2013 18:43

Salute: Federfarma, potenziare 'farmacia dei servizi' aiuterebbe anziani

Salute: Federfarma, potenziare 'farmacia dei servizi' aiuterebbe anziani

(ASCA) - Roma, 1 ago - ''I dati sugli errori commessi dagli anziani nel seguire le terapie prescritte, che emergono dallo studio promosso dall'Agenzia del farmaco, confermano la necessita' di potenziare il ruolo della farmacia dei servizi, in particolare per quanto riguarda il monitoraggio dell'aderenza alle terapie delle persone anziane e fragili''.

Lo afferma in una nota il presidente di Federfarma, Annarosa Racca, commentando i risultati della ricerca condotta dal Geriatrics Working Group dell'Aifa, dalla quale emerge che circa il 60% della popolazione ultrasessantacinquenne manifesta scarsa aderenza alle terapie contro depressione, ipertensione, diabete e osteoporosi. ''La farmacia - osserva Racca - grazie alla diffusione capillare sul territorio, anche nei piccoli centri dove spesso e' l'unico presidio sanitario, e grazie al consolidato rapporto di fiducia che la lega ai pazienti, puo' assicurare un'efficace attivita' di controllo sull'assunzione del farmaco da parte degli anziani, verificandone la correttezza e la continuita' nel tempo. In farmacia - sottolinea il presidente di Federfarma - conosciamo personalmente il paziente e le sue abitudini, sappiamo quanti e quali farmaci assume con e senza ricetta. Spesso, anche attraverso un'amichevole chiacchierata, ci accorgiamo di eventuali errori commessi nell'assunzione della terapia e diamo consigli per evitare il rischio di interazioni o effetti collaterali''.

''La naturale inclinazione della farmacia al monitoraggio della compliance terapeutica - continua il presidente di Federfarma - sarebbe certamente piu' completa ed efficace se anche i medicinali innovativi venissero distribuiti nelle farmacie e se fosse data piena attuazione alla normativa sulla farmacia dei servizi, in linea con quanto previsto dal disegno di legge recentemente presentato dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin. A tal fine - conclude Racca - e' indispensabile e urgente avviare il confronto con le Regioni per rinnovare la Convenzione nazionale tra SSN e farmacie''.

com-stt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari