giovedì 23 febbraio | 05:50
pubblicato il 03/giu/2013 20:24

Salute: direttore generale Ministero a Careggi per punto su casi Mers

Salute: direttore generale Ministero a Careggi per punto su casi Mers

(ASCA) - Firenze, 3 giu - Nell'ambito della collaborazione avviata sino dalla individuazione del primo caso di MERS (Middle East Respiratory Syndrome), la sindrome da coronavirus, anche nota come nuova Sars, Giuseppe Ruocco, direttore generale della prevenzione del Ministero della Salute, ha partecipato oggi, presso l'azienda di Careggi, ad un incontro dell'unita' di crisi organizzata dall'assessorato alla salute della Regione Toscana, diretto dall'assessore Luigi Marroni.

Scopo della riunione - informa la Regione - e' stato quello di esporre le strategie, procedure e iniziative assunte dalla Regione Toscana; al fine di riferire al Ministro della salute l'andamento della situazione. Nel pomeriggio di domani e' previsto un incontro dell'unita' di crisi con gli esperti dell'Istituto Superiore di Sanita', al fine di completare la disamina tecnica delle azioni intraprese.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech