giovedì 08 dicembre | 17:27
pubblicato il 04/ott/2013 20:50

Salute: dalla mappa dei batteri nuove armi per curare l'intestino

Salute: dalla mappa dei batteri nuove armi per curare l'intestino

(ASCA) - Roma, 4 ott - Dopo la mappatura dei 23mila geni che compongono il genoma umano, e' ora la volta del milione e passa di microrganismi che ''abitano' le varie parti del corpo umano, il cosiddetto ''microbioma'. Un'operazione che consentira', tra l'altro, di catalogare quella infinita' di batteri che compongono la flora del nostro apparato digerente (il 'microbiota') e possono diventare causa scatenante delle piu' varie malattie, cosi' come trasformarsi in preziosi alleati del nostro organismo, se presenti nelle giuste proporzione in gola, esofago, stomaco e intestino. Sulle nuove frontiere della microbiotica e sulle prospettive di cura del nostro apparato digerente fanno il punto all'Universita' Campus Bio-Medico di Roma alcuni tra i massimi esperti nazionali di Gastroenterologia al Congresso 'Microbiota e patologie dell'apparato digerente', patrocinato, non a caso, dalle societa' scientifiche AIGO (Associazione Italiana Gastroenterologi Ospedalieri) e SIGE (Societa' Italiana di Gastroenterologia), oltre che dalla Fondazione ''Aldo Torsoli'. Nuove opportunita' terapeutiche per una serie di malattie - quelle dell'apparato digerente - che ormai colpiscono quasi un italiano su due e che, nei casi piu' gravi, provocano 23mila decessi all'anno, escludendo le morti da tumore. Dati allarmanti, anche perche' spesso, secondo gli esperti, si tratta di malattie che sono di ostacolo alla normale vita di relazioni, oltre che a quella lavorativa. Il 40% della popolazione soffre di disturbi funzionali, come la dispepsia e la sindrome dell'intestino irritabile. Ogni anno, inoltre, il 15% degli italiani va dal proprio medico di famiglia per problemi legati a malattie digestive, che sono causa di un ricovero ospedaliero ogni 10. Ma l'apparato digerente e' anche tra le cinque parti del corpo piu' colpite da tumore, con un'incidenza del 28% delle neoplasie negli uomini e del 26% nelle donne. Sono dati epidemiologici che alzano il livello di attenzione verso la nuova frontiera terapeutica della probiotica.

Che i batteri siano in grado di alterare, ma anche di riparare il nostro organismo e' un dato ormai consolidato nel mondo dei medici specialisti. E che il concetto abbia fatto presa anche tra i malati, veri o immaginari, lo dimostra il boom di vendita di antibiotici non assorbibili e di integratori a base di probiotici. In particolare di fermenti lattici, che promettono di regolare le funzioni intestinali o di curare un raffreddore. ''Il problema - spiega Michele Cicala, Responsabile dell'Unita' di Gastroenterologia e Endoscopia Digestiva presso il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico - e' che fino ad oggi abbiamo introdotto i batteri un po' a caso nel nostro organismo. La mappatura del microbioma umano consentira' di immettere per ciascuna patologia la giusta specie e la necessaria quantita' di germi. Perche' non e' un problema di batteri cattivi o buoni, ma di giusto equilibrio della nostra flora''. Gli esperti riuniti al Campus sono fiduciosi nel ritenere che in cinque anni il progetto di mappatura del microbioma, lanciato dall'Istituto di Sanita' statunitense (National Institute of Health) con un budget di 115 milioni di dollari, offrira' nuove armi terapeutiche, consentendo di identificare e caratterizzare tutte le comunita' di microbi che si trovano nei numerosi siti del corpo umano, come la cavita' nasale, quella orale, la pelle, il tratto gastrointestinale e quello uro-genitale. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni