martedì 24 gennaio | 20:43
pubblicato il 23/lug/2013 12:06

Salute: da Fondazione S.Lucia studio su sclerosi multipla

Salute: da Fondazione S.Lucia studio su sclerosi multipla

(ASCA) - Roma, 23 lug - I ricercatori della Fondazione Santa Lucia IRCCS hanno ''colto sul fatto'' le cellule del sangue che attivano le difese immunitarie aprendo cosi' un nuovo filone di indagine incentrato sulla domanda se, quando le cellule lanciano allarmi sbagliati e il sistema immunitario va in tilt, nasca cosi' anche la sclerosi multipla. E' quanto si apprende da una nota diffusa dallo stesso istituto Irccs, in cui si legge, inoltre, che lo studio, pubblicato sulla rivista internazionale 'Blood', porta la firma dei ricercatori della Fondazione Santa Lucia Mario Picozza, Luca Battistini, e Giovanna Borsellino. Grazie a questo studio, dicono dall'istituto, sara' possibile identificare con precisione le cellule del sangue che allertano e attivano le difese immunitarie e che, in alcuni individui, lanciano segnali di allarme sproporzionati, determinando l'eccessiva e inutile attivazione delle cellule del sistema immunitario che quindi aggrediscono organi e tessuti propri. Nella sclerosi multipla, una malattia neurologica disabilitante che colpisce soprattutto giovani adulti, succede proprio cosi', avvertono i ricercatori, sebbene specifichino che non sia ancora chiaro cosa dia il via all'attacco autoimmune. Il merito della ricerca e' quello di aver messo a punto una metodica non invasiva che consente, a partire da piccolissime quantita' di sangue, di seguire passo passo le cellule dendritiche e di coglierle in flagranza di reato, nel momento cioe' in cui liberano in circolo le sostanze infiammatorie che attivano il sistema immunitario. In questo studio e' stata utilizzata la ''citofluorimetria policromatica'', che attraverso la misurazione di molecole fluorescenti permette di studiare le cellule del sangue nel dettaglio. Avvalendosi di strumentazioni all'avanguardia i ricercatori del Santa Lucia sono riusciti nel tentativo di trovare ''l'ago nel pagliaio'', e la cassetta degli attrezzi nelle mani del ricercatore si arricchisce quindi di uno strumento in piu'. red/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Maltempo
Individuato elicottero 118 precipitato nell'aquilano, 6 a bordo
Giustizia
Giustizia, da incontro Anm-Ministro Orlando nessun effetto
Maltempo
Rigopiano, 15 vittime: 9 ancora in obitorio da identificare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4