martedì 06 dicembre | 21:12
pubblicato il 23/lug/2013 12:06

Salute: da Fondazione S.Lucia studio su sclerosi multipla

Salute: da Fondazione S.Lucia studio su sclerosi multipla

(ASCA) - Roma, 23 lug - I ricercatori della Fondazione Santa Lucia IRCCS hanno ''colto sul fatto'' le cellule del sangue che attivano le difese immunitarie aprendo cosi' un nuovo filone di indagine incentrato sulla domanda se, quando le cellule lanciano allarmi sbagliati e il sistema immunitario va in tilt, nasca cosi' anche la sclerosi multipla. E' quanto si apprende da una nota diffusa dallo stesso istituto Irccs, in cui si legge, inoltre, che lo studio, pubblicato sulla rivista internazionale 'Blood', porta la firma dei ricercatori della Fondazione Santa Lucia Mario Picozza, Luca Battistini, e Giovanna Borsellino. Grazie a questo studio, dicono dall'istituto, sara' possibile identificare con precisione le cellule del sangue che allertano e attivano le difese immunitarie e che, in alcuni individui, lanciano segnali di allarme sproporzionati, determinando l'eccessiva e inutile attivazione delle cellule del sistema immunitario che quindi aggrediscono organi e tessuti propri. Nella sclerosi multipla, una malattia neurologica disabilitante che colpisce soprattutto giovani adulti, succede proprio cosi', avvertono i ricercatori, sebbene specifichino che non sia ancora chiaro cosa dia il via all'attacco autoimmune. Il merito della ricerca e' quello di aver messo a punto una metodica non invasiva che consente, a partire da piccolissime quantita' di sangue, di seguire passo passo le cellule dendritiche e di coglierle in flagranza di reato, nel momento cioe' in cui liberano in circolo le sostanze infiammatorie che attivano il sistema immunitario. In questo studio e' stata utilizzata la ''citofluorimetria policromatica'', che attraverso la misurazione di molecole fluorescenti permette di studiare le cellule del sangue nel dettaglio. Avvalendosi di strumentazioni all'avanguardia i ricercatori del Santa Lucia sono riusciti nel tentativo di trovare ''l'ago nel pagliaio'', e la cassetta degli attrezzi nelle mani del ricercatore si arricchisce quindi di uno strumento in piu'. red/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Avviato procedimento disciplinare per vigile tifoso della Roma
Mafia
Operazione antimafia tra Ragusa e Caltanissetta: sette arresti
Violenza minori
A Napoli abbandona neonato in spazzatura:arrestata, bimbo salvo
Papa
Il papa: le chiese siano oasi di bellezza in periferie degradate
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni