domenica 11 dicembre | 07:26
pubblicato il 16/dic/2013 11:58

Salute: controlli su trasporto animali vivi, 1 veicolo su 2 irregolare

Salute: controlli su trasporto animali vivi, 1 veicolo su 2 irregolare

(ASCA) - Roma, 16 dic - Un veicolo su due effettua trasporto non a norma degli animali vivi destinati alle tavole italiane.

E' ''il dato shock'' emerso - riferisce una nota - dal lavoro appena concluso dalle 450 pattuglie dell'apposita task force della Polizia stradale di tutta Italia, in collaborazione con la LEga antivivisezione (Lav): su 1350 veicoli controllati, infatti, 680 non sono risultati in regola. Le violazioni riscontrate ammontano a poco oltre 193.000 euro in termini di sanzioni amministrative.

Piu' nel dettaglio, sono stati rinvenuti animali maltrattati e in pessime condizioni di salute trasportati da autisti complici, verso macelli consenzienti, per poi finire sulle nostre tavole. Questa ondata di controlli e', inoltre, solo l'ultima delle 12 operazioni ''alto impatto'' sul controllo al trasporto animali vivi iniziate a dicembre 2012: complessivamente sono state impiegate 770 pattuglie, per circa 2200 veicoli controllati, 1400 violazioni accertate e 604.000 euro di sanzioni amministrative.

Il potenziamento dei controlli di legalita' di tutta la filiera del trasporto animali per garantire la sicurezza alimentare e per accertare episodi di maltrattamento degli animali disposto dal Mministero dell'Interno risponde - sottolinea il comunicato - a un'esigenza comunitaria ancor piu' che nazionale. L'Unione europea - gia' dal 2005 - ha tracciato delle linee guida in materia, invitando i Paesi appartenenti ad aderire al Regolamento 1/2005, entrato in applicazione dal 5 gennaio 2007, in cui sono definite le regole da rispettare per ridurre al minimo lo stress a cui sono sottoposti gli animali, riconosciuti nel trattato di Lisbona come esseri dotati di sensi e sensibilita'.

L'attivita' di contrasto delle irregolarita' nel campo della sicurezza stradale e della tutela della salute e del benessere degli animali, e' peraltro gia' oggetto di un protocollo d'intesa tra ministeri dell'Interno e della Salute del 19 settembre 2011. com-stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina