sabato 10 dicembre | 13:38
pubblicato il 22/gen/2013 18:48

Salute: Commissione errori, 570 casi presunta malasanita' in 3 anni

Salute: Commissione errori, 570 casi presunta malasanita' in 3 anni

(ASCA) - Roma, 22 gen - Sono complessivamente 570 i casi di presunta malasanita' - tra errori del personale e disfunzioni - arrivati all'esame della Commissione errori e disavanzi sanitari da aprile 2009 a dicembre 2012. In 400 casi si e' registrata la morte del paziente. E' quanto evidenzia la Relazione conclusiva della Commissione presentata oggi. Si tratta - precisa la Relazione - di episodi che spesso derivano non solo dagli operatori, ma da disservizi, carenze, strutture inadeguate, inefficiente servizio di eliambulanza, lunghe attese al pronto soccorso, difficolta' di trasferimenti del paziente da un ospedale ad un altro, casi di infezioni ospedaliere. Negli ultimi anni sono aumentati in maniera significativa i procedimenti penali per casi di presunta malasanita', caratterizzati, in generale, da un bassissimo numero di condanne. Da qui l'esigenza di approfondire i dati delle Procure (aggiornati a dicembre 2011), da cui e' emerso che i procedimenti per lesioni colpose a carico di personale sanitario sono 901 e rappresentano circa l'1,68% sul totale dei 53.741 procedimenti per lesioni colpose nelle (circa) 80 Procure della Repubblica valutate. In particolare 85 si riferiscono ad episodi registrati durante la gravidanza. I procedimenti per omicidio colposo a carico di personale sanitario sono 736. Rappresentano l'11,8% del numero complessivo di 6.586 procedimenti per omicidio colposo nelle (circa) 90 Procure della Repubblica valutate. Bassissimo il numero di condanne e cospicuo il numero di archiviazioni che corrisponde a circa il 40 % del totale dei procedimenti relativi alle lesioni colpose riferibili all'attivita' medico-chirurgica definiti mentre si riduce in misura sensibile l'incidenza delle archiviazioni per omicidio colposo che corrisponde ad una quota del 35 %. Gli eventi avversi, dicono i dati, sono piu' frequenti nelle Regioni in disavanzo, sottoposte ai piani di rientro. Su 570 casi monitorati, 117 si sono verificati in Sicilia, 107 in Calabria, 63 nel Lazio, 37 in Campania, 36 in Emilia Romagna e Puglia, 34 in Toscana e Lombardia, 29 in Veneto, 24 in Piemonte, 22 in Liguria, 8 in Abruzzo, 7 in Umbria, 4 nelle Marche e Basilicata, 3 in Friuli, 2 in Molise e Sardegna, 1 in Trentino. ''Cio' evidenzia - sottolinea la Commissione - come le Regioni che spendono di piu' non necessariamente abbiano un'assistenza migliore, mentre la minore qualita' dell'assistenza costa in termini di risarcimenti e assicurazioni'' ed evidenzia il timore ''che le riduzioni di bilancio e la riorganizzazione dei servizi provochino in queste Regioni una diminuzione dell'offerta di cure, e un possibile ulteriore scadimento della qualita' delle medesime, fenomeno che rischia di creare un circolo vizioso, e che deve essere assolutamente evitato, attraverso politiche di riduzione degli sprechi e di aumento dell'efficienza ancora piu' incisive nelle regioni a rischio''. ''E' opportuno sottolineare - commenta il Presidente della Commissione Antonio Palagiano - che, il numero di eventi avversi registrati, pari a 570, seppure significativo, e' rapportato a milioni di trattamenti terapeutici e di interventi chirurgici intervenuti in questi anni, e testimonia un sistema che, nel complesso, riesce comunque a prendersi cura della salute delle persone, nonostante i rilevanti problemi che abbiamo messo in luce nella relazione finale''. Inoltre, aggiunge, ''accade sempre che sotto processo finiscano solo medici o infermieri. Perche' spesso si guarda solo a chi ha commesso l'errore, senza andare a verificare le condizioni in cui i professionisti si trovano costretti a lavorare. Proprio li', spesso, risiede la causa dell'errore commesso. Ma, in questi casi, la colpa, a volte, e' anche del personale sanitario che non denuncia situazioni a rischio in cui si trova a lavorare''. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina