domenica 04 dicembre | 05:41
pubblicato il 04/dic/2013 18:49

Salute: Cittadinanzattiva, assistenza all'estero? Dlgs contenitore vuoto

Salute: Cittadinanzattiva, assistenza all'estero? Dlgs contenitore vuoto

(ASCA) - Roma, 4 dic - Parere critico da parte di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato sul Decreto di attuazione della Direttiva europea sull'assistenza sanitaria transfrontaliera varato nei giorni scorsi dal Governo: e' ''peggiorativo della situazione attuale e poco attento ai diritti dei portatori di disabilita'''.

''Nonostante il Governo abbia approvato il D.lgs entro il 4 dicembre, i pazienti dovranno ancora attendere mesi per poter esercitare concretamente i diritti previsti dalla direttiva europea - osserva in una nota - .Infatti il Dlgs per perfezionarsi deve ancora ricevere, con tempistica non chiara, il parere della Conferenza Stato-Regioni e delle Commissioni parlamentari competenti di Camera e Senato, senza considerare che l'elenco delle prestazioni che necessitano di autorizzazione preventiva dovra' essere individuato con specifico e ulteriore Decreto da adottarsi entro 60 giorni dall'entrata in vigore dello stesso Decreto legislativo o nelle more tramite specifiche delibere regionali con conseguenti e possibili difformita' sul territorio nazionale''.

''Il Decreto approvato dal Governo e' quindi un contenitore ancora da riempire e soprattutto da correggere in molte sue parti'', ha dichiarato Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

''Il sistema delineato sembra essere peggiorativo rispetto a quello gia' in vigore in Italia, poco attento ai diritti delle persone con disabilita' e fonte di ulteriori differenze tra i cittadini delle Regioni italiane. Certamente se fossimo stati coinvolti nell'attivita' di stesura del Decreto, cosi' come formalmente annunciato dallo stesso Ministero il 24 ottobre scorso, il risultato sarebbe stato certamente migliore. Ci auguriamo a questo punto che le Commissioni parlamentari prevedano specifiche Audizioni e che in questo modo possano recepire le nostre criticita' e proposte''. Fra le criticita' individuate: ''Viene previsto che i cittadini anticipino i costi dell'assistenza, e che l'eventuale differenza tra la tariffa italiana e quella del paese europeo sia a carico sempre dei cittadini: cio' in un momento di crisi come quello che stiamo attraversando potra' esser fatto solo da poche persone, quelle con maggiori possibilita' economiche. Le Regioni italiane piu' virtuose che garantiscono ai propri cittadini livelli di assistenza regionali ulteriori potranno decidere di rimborsare anche queste prestazioni, invece quei cittadini residenti in Regioni che non garantiscono livelli aggiuntivi di assistenza continueranno a vivere anche in Europa quelle discriminazioni che gia' oggi vivono sul territorio nazionale. I costi sostenuti per l'assistenza ricevuta in Europa verranno rimborsati secondo le relative tariffe regionali, con il rischio che per una stessa prestazione ricevuta si possano rimborsare somme differenti da Regione a Regione con ulteriore discriminazione tra cittadini. Non esiste un obbligo per tutte le Regioni di rimborsare le spese di viaggio, alloggio e le spese supplementari nel caso di persone con disabilita': ciascuna Regione potra' decidere se farlo o meno, con conseguenti discriminazioni tra cittadini''. ''Molto grave - aggiunge il TDM - non aver sancito l'obbligo del rimborso per le spese supplementari delle persone con disabilita' che necessitano dell'accompagnatore per lo spostamento. E ancora troppa burocrazia: e' prevista una prima domanda alla ASL solo per capire se la prestazione e' soggetta o meno ad autorizzazione preventiva a cui devono seguire altri passaggi burocratici.

Nessuna valorizzazione delle competenze ormai maturate delle Organizzazioni civiche e delle Associazioni di pazienti, alle quali tra l'altro non e' stato assegnato alcun ruolo. Nessuna previsione di una campagna nazionale di informazione sui diritti sanciti dalla Direttiva europea''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari