lunedì 20 febbraio | 01:05
pubblicato il 11/lug/2012 09:01

Salute/ Cannabis terapeutica, 'nulla osta' del Governo a Toscana

La legge regionale 18/2012 non è stata "impugnata"

Salute/ Cannabis terapeutica, 'nulla osta' del Governo a Toscana

Firenze, 11 lug. (askanews) - Il Governo ha esaminato, e non ha deciso di impugnare, la legge della Toscana relativa "all'utilizzo di talune tipologie di farmaci nell'ambio del servizio sanitario regionale". Lo fa sapere Lucia Matergi, consigliere regionale del Pd e relatrice della Legge 18/2012. La "non impugnativa" da parte del Consiglio dei Ministri, precisa Matergi, è avvenuta lo scorso 26 giugno. "Si tratta di un fatto che mette la parola fine alle pretestuose e fatue polemiche di una parte dell'opposizione - prosegue Matergi - che rende merito a un lavoro certosino svolto in commissione sanità del Consiglio regionale, che ha raccolto le parti migliori di diverse proposte e ha perfezionato alcuni aspetti in una materia sicuramente delicata oltre che nuova per la legislazione regionale. Sono molto soddisfatta che da un governo di tecnici arrivi questo ulteriore imprimatur, che si aggiunge alle decine di attestati di interesse e di incoraggiamento venuti in queste ultime settimane sia da eminenti studiosi che da altre Regioni, pronte a legiferare sull'esempio della Toscana".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia