domenica 04 dicembre | 11:31
pubblicato il 26/gen/2013 12:03

Salute: Balduzzi, bene intesa fisioterapisti-laureati scienze motorie

Salute: Balduzzi, bene intesa fisioterapisti-laureati scienze motorie

(ASCA) - Roma, 26 gen - ''Ministero della Salute, Ministero dell'Istruzione, Universita' e Ricerca, Regioni e rappresentanze professionali dei fisioterapisti e dei laureati in scienze motorie hanno raggiunto un'intesa definitiva sugli ambiti di competenza delle due professioni al fine di promuovere programmi di attivita' motoria, finalizzata al mantenimento dello stato di salute, individuando modalita' di lavoro integrato, ma non sovrapponibile. L'accordo e' stato sottoscritto al Tavolo tecnico di lavoro attivato presso il Ministero della Salute''. E' quanto si legge in una nota del ministero della Salute.

''Scopo dell'intesa e' quello di delineare meglio l'ambito di competenza professionale dei laureati in scienze motorie ed evidenziare le modalita' di lavoro integrato per la salvaguardia della tutela della salute, avvalendosi dell'introduzione, nella programmazione nazionale e regionale, della sperimentazione della cosiddetta 'AFA' (attivita' fisica adattata), attivita' che mira a ricondizionare lo stato di salute individuale al termine della riabilitazione, combattere l'ipomobilita', favorire la socializzazione e promuovere stili di vita piu' corretti.

L'obiettivo, dunque, e' promuovere l'attivita' motoria, sia per la prevenzione di problemi di salute che per il mantenimento di uno stato di salute accettabile. Nel farlo occorre pero' tenere conto dei bisogni di movimento delle diverse categorie di persone cosiddette 'fragili', che necessitano di un approccio piu' specifico rispetto all'attivita' motoria standard'', aggiunge la nota.

Il Ministro della Salute, Renato Balduzzi, si dichiara soddisfatto per il raggiungimento dell'intesa: ''Programmi di questo tipo devono essere sempre piu' presenti nei Piani sanitari regionali, perche' abbiamo bisogno di intensificare la lotta alla sedentarieta' e promuovere l'attivita' fisica attraverso lo sviluppo sul territorio di una rete di strutture per la 'somministrazione-erogazione' dell'attivita' fisica presso realta' specificamente attrezzate come palestre e centri sportivi pubblici e privati. Ringrazio i rappresentanti delle due professioni per l'impegno profuso e per aver saputo cogliere questa occasione per offrire ai cittadini un ulteriore strumento utile per la promozione di stili di vita salutari''. com-ceg/rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari