lunedì 16 gennaio | 23:38
pubblicato il 16/gen/2014 19:16

Salute: attivita' ospedaliera, diminuiscono ricoveri e day hosp..(1upd)

Salute: attivita' ospedaliera, diminuiscono ricoveri e day hosp..(1upd)

(ASCA) - Roma, 16 gen 2014 - Rispetto al 2011, il numero complessivo di ricoveri ordinari per Acuti si riduce (- 2,9%), cosi' come il numero dei cicli di Day Hospital (-10,3%). Stesso discorso per l'attivita' totale per Acuti che riporta una riduzione del 5% e del tasso di ospedalizzazione per Acuti, che rispetto al 2011 si riduce da 110 a 108 dimissioni per 1.000 abitanti in regime ordinario.

Lo rivela il Rapporto annuale sull'attivita' ospedaliera (SDO) per l'anno 2012, pubblicato sul sito del ministero della Salute.

La riduzione dei valori di tutti gli indicatori rispetto al 2011 descrive una tendenza al miglioramento dell'appropriatezza, sottolinea il ministero rimarcando ''la significativa deospedalizzazione, con un miglioramento dell'appropriatezza organizzativa e dell'efficienza nell'uso dei nostri ospedali''.

Il Rapporto fotografa le attivita' di ricovero e cura per acuti degli ospedali italiani, pubblici e privati, in modo affidabile e completo. La banca dati SDO assicura una copertura della rilevazione oramai superiore al 99,5% degli ospedali pubblici e privati accreditati.

In particolare, nel 2012 sono stati erogati 10.257.796 ricoveri ospedalieri (contro i 10.749.246 dell'anno precedente), corrispondenti ad un totale di 66.707.607 giornate (nel 2011 erano 69.417.699).Il numero complessivo di ricoveri e giornate erogati e' in diminuzione a partire dal 2005. Rispetto al 2011, il numero complessivo di ricoveri ordinari per acuti si riduce da 7.043.070 a 6.837.823 (-2,9%), con una corrispondente diminuzione delle giornate di ricovero da 47.963.625 a 46.422.668 (-3,2%); il numero di cicli di day hospital effettuati si riduceda 2.828.910 a 2.538.561 (-10,3%).

L'attivita' totale per acuti passa da 9.879.863 unita' nel 2011 a 9.384.071 nel 2012, con una riduzione di circa il 5%.

La composizione dell'attivita' per acuti mostra nel 2012 una riduzione del day hospital dal 28,7% al 27,1% del totale.

La degenza media per acuti si mantiene pressoche' costante da diversi anni, intorno al valore di 6,7-6,8 giorni, mentre per le degenza medie per riabilitazione e per lungodegenza si osserva un decremento a partire dal 2009.

Rispetto al 2011, il tasso di ospedalizzazione per acuti per l'anno 2012 in Italia si riduce da 110 a 108 dimissioni per 1.000 abitanti in regime ordinario e a poco meno di 42 cicli di day hospital per 1.000 abitanti; si osserva, inoltre, una discreta variabilita' regionale.

La riduzione dei valori di tutti gli indicatori rispetto al 2011 - sottolinea il Ministero - descrive una tendenza al miglioramento dell'appropriatezza. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Corruzione
Latina, appalti truccati: 10 arresti tra cui sindaco di Sperlonga
Comuni
Consenso dei sindaci: vince Appendino, Raggi precipita penultima
Napoli
Napoli, scoppia un impianto a gas: un morto e 7 feriti, 5 gravi
Roma
Roma, manutenzioni bus Cotral truccate: un arresto e 50 indagati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello