sabato 10 dicembre | 09:58
pubblicato il 20/nov/2013 20:50

Salute: allarme pediatri, solo 1 adolescente su 2 pratica sport

Salute: allarme pediatri, solo 1 adolescente su 2 pratica sport

(ASCA) - Roma, 20 nov - L'abbandono precoce comincia gia' a 11 anni.E a 15 anni meno di 1 adolescente su 2 pratica attivita' sportiva continuativa, a 18 la pratica poco piu' di 1 su 3. Tassi di sedentarieta' tripli rispetto agli altri Paesi europei. Gli unici in controtendenza? I bambini dai 6 ai 10 anni. Agli Stati Generali della Pediatria la Societa' Italiana di Pediatria lancia l'allarme: una generazione che rischia di diventare malata. Per cambiare gli stili di vita bisogna puntare in primo luogo sulla scuola.

In dieci anni (2001-2011) tra i bambini di eta' compresa tra i 6 e i 10 anni la pratica sportiva continuativa e' aumentata di oltre 5 punti percentuali, passando dal 48,8% al 54,3%. E nell'ultimo anno, grazie a una ulteriore crescita di circa 3 punti percentuali, i piu' piccoli hanno guadagnato il primato dei piu' sportivi del Belpaese. Quasi 6 su 10 (57%) praticano uno sport in maniera continuativa, in testa nuoto e danza, percentuali che non si registrano in nessun'altra eta' della vita. Segno che le campagne antiobesita' volte a favorire stili di vita corretti portate avanti da istituzioni, pediatri, scuola, con il coinvolgimento dei genitori, stanno dando i loro frutti. Ma le notizie positive finiscono qui. Gia' dopo la scuola primaria, infatti, i bambini italiani cominciano ad allontanarsi dalla pratica sportiva continuativa e ad ingrossare le fila dei sedentari. E se finora l'eta' spartiacque era quella tra i 14 e i 15 anni, nell'ultimo anno si e' osservato che il trend negativo comincia gia' a 11 anni. Infatti tra il 2011 e il 2012 la quota di praticanti continuativi e' diminuita persino nella fascia d'eta' 11-14 anni, passando dal 56% al 53,4%.

Percentuale che tra i 15 e i 17 anni diventa del 48,5% e si assesta 14 punti percentuali sotto, al 34,7%, tra i 18 e i 19 anni. Una parabola discendente al crescere dell'eta'. Su questi dati riflettono i pediatri italiani agli Stati Generali della Pediatria celebrati in concomitanza con la Giornata Mondiale del Bambino e dell'Adolescente. A preoccupare e' l'elevato numero di sedentari assoluti, di coloro cioe' che non praticano ne' sport (in maniera continuativo o saltuaria che sia) ne' alcuna attivita' fisica. Il fenomeno riguarda soprattutto le ragazze in una percentuale che va da 24% (tra i 15 e 17 anni) al 30% (tra i 18 e i 19 anni). Non v'e' dubbio - sottolineano gli specialisti - che nel divorzio tra adolescenti e sport un ruolo ce l'abbiano le nuove tecnologie: i teenagers trascorrono da tre a quattro ore al giorno davanti a uno schermo: tv, computer o smartphone che sia. Ma questo non basta a spiegare perche' il tasso di sedentarieta' degli adolescenti italiani sia piu' che triplo rispetto a quello dei loro coetanei europei .

Studi svolti in alcune citta' italiane hanno evidenziato due principali motivi di abbandono, uno legato all'eccessivo impegno richiesto dallo studio (56,5%) e l'altro riconducibile alle modalita' di svolgimento dell'attivita' fisica perche' ''fare sport e' venuto a noia'' (65,4%), ''costa troppa fatica'' (24,4%), e gli ''istruttori sono troppo esigenti'' (19,4%). ''Per riavvicinare gli adolescenti all'attivita' fisica e sportiva bisogna offrire loro nuovi stimoli'', spiega Antonio Correra, Consigliere nazionale SIP. ''L'agonismo esasperato, le aspettative e le pressioni eccessive rischiano di allontanare i giovani dallo sport. Occorre valorizzare di piu' l'attivita' fisica anche non strutturata e la pratica sportiva non agonistica e questa e' una sfida che coinvolge le societa' sportive. Ma il ruolo centrale spetta alla scuola''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina