giovedì 08 dicembre | 17:47
pubblicato il 05/giu/2013 16:19

Salute: al via a Roma congresso AIEOP onco-ematologia pediatrica

Salute: al via a Roma congresso AIEOP onco-ematologia pediatrica

(ASCA) - Roma, 5 giu - Il 38mo Congresso Nazionale AIEOP, Associazione italiana ematologia oncologia pediatrica, prende il via sabato 8 giugno a Roma, presso il centro congressi Angelicum della Pontificia Universita' San Tommaso D'Aquino, in largo Angelicum 1. Alle sessioni del congresso, presieduto da Franco Locatelli, direttore del dipartimento di onco-ematologia pediatrica del Bambino Gesu', intervengono nelle giornate di domenica 9, lunedi' 10 e martedi' 11, oltre duecento fra medici e ricercatori italiani e stranieri.

La prima giornata e' significativamente dedicata al Secondo Family Day AIEOP sui temi dell'accoglienza e del dialogo tra operatori del settore, le famiglie e i piccoli malati.

In apertura, sabato alle ore 10, incontro con la stampa: moderatori Franco Mandelli (Roma) e Giuseppe Basso (Padova); partecipano il presidente AIEOP Andrea Biondi (Milano), il presidente di AIEOP Infermieri Rosanna Ceresoli (Brescia) e il presidente del Congresso e della Fondazione AIEOP Franco Locatelli.

Il Family Day e' diventato parte integrante del Congresso Nazionale AIEOP per migliorare la comunicazione tra medici e ricercatori, famiglie dei piccoli malati e mondo dell'informazione, in una fase di rapida evoluzione della tecnologia associata alle cure emato-oncologiche, attraverso l'importanza sempre crescente che assumono la terapia cellulare, la sperimentazione e l'introduzione di nuovi farmaci.

Le strategie terapeutiche adottate nel corso degli ultimi decenni hanno portato a un costante e continuo miglioramento prognostico, permettendo di ottenere notevoli sviluppi nell'ambito delle cure ai pazienti emato-oncologici pediatrici: se negli Anni Settanta in Italia solamente un terzo dei bambini e degli adolescenti malati di leucemie e tumori aveva una speranza di guarigione, oggi la malattia e' sconfitta in oltre l'80% dei casi.

Il successo delle terapie e' determinato anche dalla qualita' di vita del bambino con patologia emato-oncologica e dal sostegno morale e materiale alla sua famiglia. Il Family Day AIEOP costituisce un punto importante di riflessione inter e multidisciplinare, dove gli operatori della salute insieme ai genitori, ai ragazzi e ai volontari hanno un confronto costruttivo su temi che riguardano l'approccio terapeutico e assistenziale.

Il programma del Family Day esplora in particolare il rapporto che si crea fra il personale clinico, i pazienti e le loro famiglie; le due sessioni della giornata, sui temi dell'Accoglienza e del Dialogo, lasciano spazio a un'ampia discussione aperta a tutti i presenti e moderata attivamente.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni