giovedì 08 dicembre | 19:22
pubblicato il 06/ago/2011 16:42

Saldi disastrosi, a Napoli i negozianti preferirebbero chiudere

Viaggio nel quartiere del Vomero, dove mancano gli acquirenti

Saldi disastrosi, a Napoli i negozianti preferirebbero chiudere

Sembra svanita sul nascere la speranza dei negozianti napoletani di recuperare guadagni approfittando dei saldi estivi. Si tenta di attirare clienti facendosi maggiore pubblicità, riducendo al minimo i prezzi, prestando piccole assistenze gratuite, ma la crisi si fa sentire. Nel quartiere "bene" del Vomero c'è anche chi si arrende e abbassa le saracinesche per andare in ferie. Un dilemma, quello tra restare aperti e chiudere, su cui ragiona anche il commerciante Massimo Barone. Le vendite, nei negozi del Vomero, in alcuni casi sono calate fino al 20% rispetto all'anno precedente e i costi di gestione si sommano a inefficienze della burocrazia e problemi, come la chiusura del ponte di via Cilea, che si protrae da mesi. La speranza è che dopo l'estate i consumi possano rivitalizzarsi, ovviamente crisi permettendo.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni