martedì 24 gennaio | 08:10
pubblicato il 14/mar/2011 14:15

Ruby/ Emissari in Marocco, Pm Roma apre inchiesta

Per l'accusa di "tentata corruzione"

Ruby/ Emissari in Marocco, Pm Roma apre inchiesta

Roma, 14 mar. (askanews) - La Procura di Roma ha aperto una inchiesta rispetto ai presunti emissari inviati in Marocco per corrompere un funzionario dell'anagrafe, al fine di falsificare l'atto di nascita di 'Ruby Rubacuori', al secolo Karima El Mahroug. L'accusa rubricata dagli inquirenti di piazzale Clodio è quella di tentata corruzione. Gli accertamenti sono stati avviati sulla base di una denuncia presentata da Nicolò Ghedini, il difensore di Silvio Berlusconi. Il fascicolo è aperto contro ignoti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4