venerdì 09 dicembre | 03:08
pubblicato il 20/lug/2012 08:36

Rossella Urru torna in Italia: "Lavorerò ancora in cooperazione"

Accolta da genitori e autorità all'aeroporto di Ciampino

Rossella Urru torna in Italia: "Lavorerò ancora in cooperazione"

Roma, (askanews) - Un lungo abbraccio con i genitori e i fratelli, appena scesa dalla scaletta dell'aereo, poi il saluto delle autorità: Rossella Urru torna in Italia, all'aeroporto romano di Ciampino, dopo i nove mesi di prigionia. Ad attendere la cooperante sarda il presidente del Consiglio Mario Monti, il ministro degli Esteri Giulio Terzi, il ministro della cooperazione Andrea Riccardi e il presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci. Camicia bianca, pantaloni scuri, lunghi capelli sciolti, Rossella è atterrata con il sorriso sulle labbra: il primo pensiero è per chi ha contribuito alla sua liberazione e per il lavoro che continua ad amare, nonostante tutto."Ringrazio tantissimo lo Stato italiano, il ministero degli Esteri, l'unità di crisi, tutto il movimento che ha sostenuto la mia famiglia e liberazione. Sto bene e spero di poter continuare a lavorare nella cooperazione, credo sia una cosa molto importante".Prossima tappa del lungo viaggio dal Mali, dove è stata liberata insieme a due cooperanti spagnoli, il suo paese, Samugheo, in provincia di Oristano, pronto a festeggiarla.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni