mercoledì 18 gennaio | 02:43
pubblicato il 19/apr/2013 11:42

Roma/Sicurezza: Eurispes, negli ultimi anni romani piu' attenti a decoro

Roma/Sicurezza: Eurispes, negli ultimi anni romani piu' attenti a decoro

(ASCA) - Roma, 19 apr - Nella Capitale le attivita' di sgombero ed immediata riqualificazione del sito urbano sono scese da 282 interventi nel 2011 a 255 nel 2012, segnale che tende a crescere l'attenzione dei romani al decoro della citta'.

La riqualificazione delle aree con pianificazione degli arredi del verde hanno riguardato maggiormente la periferia rispetto al centro, con un incremento del dato complessivo: da 169 interventi nel 2011 a 241 nel 2012. E' quanto emerge dal Rapporto '''Roma Sicura - Un nuovo modello di analisi e governo della sicurezza'' presentato questa mattina ai Musei Capitolini.

Nel 2011 sono stati rimossi 155.220 manifesti, locandine e adesivi mentre nel 2012 sono stati 229.412; questo stesso anno sono state rimosse 1.795 frecce metalliche e insegne. Nel 2011 sono stati cancellati 500.000 metri quadrati di scritte sui muri ed e' stato coinvolto il I Municipio in una campagna di ripristino urbano. Nel 2012 (il dato arriva fino al mese di ottobre) sono stati cancellati 850.000 metri quadrati di scritte sui muri e sono stati coinvolti il I, II, III e VI Municipio nella campagna di cancellazione e ripristino del decoro urbano. Nel 2012 (il dato arriva fino al mese di ottobre) vi sono state 3.852 segnalazioni dirette da parte dei cittadini all' Ufficio del Decoro Urbano (erano 2.572 nel 2011). Osservando il fenomeno nel suo complesso si nota come l'istituzione di un ufficio preposto al decoro e al verde urbano abbia avuto un impatto significativo sia attraverso i propri interventi diretti sia recuperando le informazioni sugli interventi compiuti da altre istituzioni.

Un secondo elemento di grande attenzione riservato negli ultimi anni a uno degli aspetti piu' importanti della sicurezza urbana e' quello dell'illuminazione pubblica. Nel luglio 2010 e' stato varato un imponente Piano luce: sono stati stanziati 180 milioni di euro per installare quasi 53mila nuovi punti luce in 10 anni, e coprire cosi' oltre 1.400 chilometri di strade cittadine oggi scarsamente illuminate. In tre anni, sono stati accesi circa 30mila di questi punti luce. bet/stt/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa