martedì 24 gennaio | 22:56
pubblicato il 18/set/2013 16:29

Roma/Rifiuti: Presidio No Discarica, Sottile e' danno per l'ambiente

(ASCA) - Roma, 18 set - ''La sola tragedia, nella vicenda della discarica di Falcognana, e' la continuazione dell'incarico al prefetto in pensione Goffredo Sottile, il quale parla di un tavolo tecnico fantasma dove i soggetti coinvolti Regione e Comune hanno messo in scena un gioco delle parti, peraltro non aperto a tutti gli interlocutori interessati''. E' quanto dichiara il Presidio No discarica Divino Amore. ''Sottile afferma l'inesistenza di caseggiati quando nell'immediata vicinanza ci sono non meno di 20/25.000 abitanti (Falcognana, Spregamore, Porta Medaglia, S. Maria delle Mole, Frattocchie e Cava dei Selci)''. ''Non sopportiamo piu' - sottolinea il Presidio - il mantra ossessivo per cui non esistono alternative. La soluzione c'e'. Intanto il licenziamento del commissario e l'immediata restituzione dei denari pubblici con i quali sono pagati i suoi 'profumatissimi' - questi si' - lauti stipendi per mancato raggiungimento degli obiettivi assegnati.

Il Presidio chiede di metter fine all'emergenza, di portare i rifiuti all'estero per il regime transitorio necessario, di adottare modelli cooperativi e attuare un sistema spinto di incentivi compatibili. Il Presidio ribadisce fermamente che i danni ambientali sono irrimediabili e chi prende certe decisioni diviene responsabile di queste devastazioni ambientali. Il governo, il presidente della Regione Lazio e il sindaco di Roma la smettano di lavarsi le mani rispetto ad una vicenda che riguarda in prima persona ciascuno di questi soggetti e piuttosto che plaudire a Sottile gli revochino la fiducia.

Soprattutto il Governo, - conclude il Presidio - agisca conformemente agli articoli 9 e 32 della Costituzione della Repubblica e stanzi le risorse necessarie per un piano straordinario. Il Ministro Orlano infine, alla cui responsabilita' politica va ricondotto l'incarico di Sottile, decida da che parte vuol stare perche' i danni ambientali irreparabili causati dall'azione del suo fiduciario Sottile lo pongono in un insanabile conflitto con ogni principio di tutela dell'ambiente, compito di cui il Ministro dell'ambiente e' titolare e, di riflesso, con le vigenti normative europee e nazionali''. Bet/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Maltempo
Individuato elicottero 118 precipitato nell'aquilano, 6 a bordo
Maltempo
Recuperato altro corpo in hotel Rigopiano, vittime salgono a 16
Maltempo
Rigopiano, 15 vittime: 9 ancora in obitorio da identificare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4