martedì 17 gennaio | 12:54
pubblicato il 05/gen/2013 12:26

Roma/rifiuti: Alemanno, c'e' spazio reale per evitare Monti Ortaccio

(ASCA) - Roma, 5 gen - ''C'e' uno spazio reale per evitare Monti dell'Ortaccio''. Cosi' il sindaco di Roma Gianni Alemanno, prima dell'inizio di un corteo che ha appena preso il via lungo via di Malagrotta rivolgendosi ai cittadini dei comitati della Valle Galeria. E' del prefetto Goffredo Sottile la decisione di localizzare la discarica provvisoria a Monti dell'Ortaccio, una zona poco distante da Malagrotta dove gia' sorge la discarica che raccoglie i rifiuti di Roma.

Alemanno ha spiegato ai comitati che con una lettera il ministro Clini ha convocato per lunedi' alle ore 12 tutte le istituzioni per discutere della questione della discarica e dei rifiuti a Roma. Alemanno per l'ennesima volta ha gridato forte il suo no alla discarica a Monti dell'Ortaccio sottolineando che e' possibile riconsiderare la decisione del prefetto Sottile sia relativamentye alla proroga di Malagrotta che alla realizzazione della discarica a Monti dell'Ortaccio.

bet/uda

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Criminalità
Assalti ai bancomat in Veneto e Lombardia: 15 arresti
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Auto, nel 2016 vendite in Europa +6,5% oltre i 15 milioni
Enogastronomia
In Cina il liquore invecchia nelle canne di bambù
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Spazio, è morto Eugene Cernan: ultimo uomo a camminare sulla Luna
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate