lunedì 23 gennaio | 04:02
pubblicato il 23/nov/2011 05:10

Roma violenta, due uccisi a Ostia. Alemanno: "Stato inadeguato"

Oggi il prefetto convoca Comitato ordine e sicurezza

Roma violenta, due uccisi a Ostia. Alemanno: "Stato inadeguato"

Roma, 23 nov. (askanews) - Di fronte a quello che è l'ennesimo episodio di morti per strada a Roma negli ultimi mesi, il Questore Francesco Tagliente ha istituito una speciale task force, il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, ha convocato per oggi il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, e il sindaco Gianni Alemanno invoca l'intervento dello Stato: "Finora risposta inadeguata, necessarie misure drastiche dello stato senza nessun rinvio". "Le bande criminali - sottolinea il sindaco - continuano a spararsi nei quartieri di Roma. Mi dispiace dirlo, ma la risposta dello Stato fino ad ora è apparsa inadeguata". Francesco Antonini, 51 anni, detto 'Sorcanera', e Giovanni Galleoni, 45 anni, soprannominato 'Baficchio', sono stati uccisi ieri in in un agguato in piena regola: a Ostia questa volta e non nei quartieri centrali della capitale come nelle precedenti occasioni. Secondo una prima ricostruzione i due, con numerosi precedenti, erano all'esterno di un locale in ristrutturazione, un bar, in via Antonio Forni, a Ostia, quando, intorno alle 17, da un'auto sono scesi i killer. Due o più persone armate che hanno fatto fuoco: Galleoni è rimasto a terra all'esterno del locale. Antonini ha cercato scampo all'interno, è stato raggiunto dal killer che lo ha freddato. Antonini era già morto quando sono intervenuti i soccorsi e gli agenti, Galleoni è morto durante il trasporto all'ospedale Grassi. A terra gli investigatori della squadra mobile, che indaga insieme agli agenti del commissariato di Ostia, hanno ritrovato bossoli di una calibro nove. Ma non è ancora certo che a sparare sia stata una sola arma e un solo killer. Le due vittime, con precedenti per armi e droga, in passato erano considerati legati alla Banda della Magliana, al boss testaccino Paolo Frau, freddato nell'ottobre 2002. I due sono stati anche indagati e arrestati dalla squadra mobile nel 2005 nell'ambito dell'operazione "Anco Marzio", che fece emergere i vertici della criminalità organizzata sul litorale laziale. Vecchi precedenti e al momento non risultavano sottoposti ad alcuna misura.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4