lunedì 27 febbraio | 15:04
pubblicato il 16/giu/2011 10:48

Roma, un gregge di pecore al pascolo nel giardino dell'ospedale

Brucano nel prato del San Filippo Neri, dubbi sull'igiene

Roma, un gregge di pecore al pascolo nel giardino dell'ospedale

Roma, ospedale San Filippo Neri, ore 20.00: Questo gregge di pecore passeggia indisturbato e con una certa confidenza nel giardino dell'ospedale. Sembrano di casa, e in effetti lo sono. Ogni giorno, infatti, proprio al calare del sole, una ventina di pecore oltrepassa il cancello del nosocomio per concedersi una passeggiata serale. Proprio vicino all'ospedale, ci spiegano, vive un pastore. La zona è rurale e tutto quadra, se non fosse che proprio dove pascolano le pecorelle, che poi smarrite non sono, ci sono i pazienti in attesa al pronto soccorso. Una cosa per lo meno insolita, che solleva qualche dubbio sulla situazione igienica.In fin dei conti, comunque, gli ovini non sembrano arrecare disturbo. Ma oltre a suscitare la curiosità dei pazienti rimane la sensazione che in un ospedale non siano previste aree di pascolo, anche per pecore così ben educate.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech