venerdì 09 dicembre | 00:06
pubblicato il 12/feb/2014 17:55

Roma: sfuggito ad arresto per tentato omicidio. Bloccato oggi da polizia

Roma: sfuggito ad arresto per tentato omicidio. Bloccato oggi da polizia

(ASCA) - Roma, 12 feb 2014 - I fatto risalgono al 28 ottobre scorso quando, a piazzale Ionio, insieme ad un complice arrestato nell'immediatezza, aveva ripetutamente colpito con una katana lunga ben 57 centimetri un uomo, ricoverato in gravissime condizioni e sottoposto ad un delicato intervento chirurgico ed una sua amica, anch'ella ricoverata a causa delle lesioni riportate.

Intercettati nella fuga da una Volante della Polizia, dopo un breve inseguimento, prima in auto e successivamente a piedi, era finito in manette un 40enne colombiano, arrestato per rispondere di tentato omicidio, lesioni aggravate e porto di armi bianche.

Il complice, pero', era riuscito a fuggire. Erano pertanto immediatamente scattate le indagini da parte degli investigatori del Commissariato Fidene-Serpentara, diretto dal dr. Francesco Bova, che hanno provveduto innanzitutto a sentire i testimoni dell'episodio, avvenuto all'esterno di un chiosco-bar ed alla presenza di numerose persone.

Partendo dagli elementi acquisiti, gli agenti sono riusciti man mano a delineare il quadro della situazione. Si era trattato, nella circostanza, di una vera e propria spedizione punitiva, organizzata dall'arrestato per colpire il cognato, per diatribe a carattere familiare.

L'uomo riuscito a fuggire era stato alla fine identificato per Y.E., venezuelano di 27 anni, che era riuscito pero' a far perdere le sue tracce, rendendosi di fatto irreperibile.

Le indagini sono proseguite a ritmi serrati e ieri, alla fine, la perseveranza dei poliziotti ha dato i suoi frutti.

L'uomo, infatti, e' stato individuato in una baracca sulla via Casilina, dove si era rifugiato nel tentativo di sfuggire alla cattura. Una volta avuta la certezza che fosse all'interno, e' scattato il blitz. L'uomo e' stato quindi arrestato sula base dell'ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale, di fronte al quale dovra' rispondere di tentato omicidio, lesioni aggravate e porto abusivo d'armi. red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni